I divi della Golden Age di Hollywood nei panni dei supereroi

Inserire immagine
Credits: Joe Phillips / Facebook

Un giovane disegnatore ha catapultato le star degli anni d'oro del cinema nell'universo dei fumetti. Così Cary Grant indossa un mantello scuro e diventa il nuovo Batman, Liz Taylor è una splendida Wonder Woman e Clark Gable è vestito solo di una corazza di acciaio proprio come Iron Man

 

 

Hanno fatto sognare sul grande schermo durante la cosiddetta epoca d’oro di Hollywood. Ma i divi del cinema avrebbero avuto lo stesso successo se fossero stati catapultati nell’universo dei fumetti? Se lo è chiesto un graphic designer californiano che ha immaginato alcune icone del cinema americano nei panni dei supereroi (le cui avventure sono trasmesse dalla rassegna Hero Nights).

 

La serie di poster realizzata da Joe Phillips, disegnatore con una lunga esperienza nel mondo dei fumetti, è stata battezzata con il nome Silver Screen Heroes e non lascia scampo a nessuna icona del cinema. Così ecco che sulla locandina del film Wonder Woman compare una Elizabeth Taylor inedita nei panni dell’eroina, con tanto di coroncina stellata sulla testa e cinturone dorato. Al suo fianco sull’ipotetico set cinematografico c’è Paul Newman, e non manca la battuta sarcastica: “Il destino del mondo nelle mani di una fanciulla”.

 

 

Con Silver Screen Heroes l’artista mostra un lato inedito delle icone del cinema, fatto di poteri magici, look stravaganti e mantelli che donano quell’aria misteriosa tipica dei supereroi. Prendiamo Iron Man: altro che Robert Downey Jr.! Nei panni del supereroe Marvel ci starebbe bene Clark Gable. D’altronde, con quello sguardo magnetico, chi potrebbe meglio di lui intrepretare il miliardario tutto d’un pezzo Tony Stark? Al suo fianco sul set un cast di spessore.

 

 

Poi c’è Cary Grant che vestito di calzamaglia scura e mantello da pipistrello vola sui cieli di Gotham City nei panni di Batman dando la caccia ai colleghi Danny Kaye e Shirley Maclaine, qui nella parte dei cattivi, mentre Humprey Bogart e Peter Lorre finiscono sul set del film Hellboy.

 
 

 

E ancora, se Power Girl, l’eroina portata alla ribalta dalla DC Comics nel 1976, fosse stata interpretata da un divo della Golden Age hollywoodiana? Joe Phillips non ha dubbi: nei panni dell’eroina tutta curve cugina di Superman la più indicata sarebbe stata Marilyn Monroe. Una vera bomba, come recita il poster realizzato dal designatore californiano.

 

 

Intanto James Cagney si colora di verde e gonfia i muscoli e L’Incredibile Hulk è servito.