Ligabue, da zero a dieci aspettando Campovolo

Inserire immagine
La locandina di "Da zero a dieci"

Il 19 settembre Reggio Emilia si accende per la quarta volta grazie a Luciano Ligabue: aspettando la nuova, magica notte a Campovolo, Sky Cinema Cult propone Da zero a dieci, sua seconda prova da regista, sabato primo agosto alle ore 21.

Su Sky Arte, sempre il primo agosto, andra in onda alle 17:50  “Aspettando Campovolo – Ligastory - episodio 1"

di Fabrizio Basso

Riannodare i fili del passato. E' possibile? Forse nel futuro. Quando andare nello spazio non sarà più un'odissea bensì una gioia. Per ora solo nella mente, seppur con lacune e distorsioni, è possibile. Oppure nella letteratura. O al cinema. Non è vero che non si può tessere la nostra storia: molto più realisticamente non si può rivivere. Altrimenti altro che col senno del poi... Ok, ripartiamo. Era il 2005 quando Luciano Ligabue fece il primo Campovolo. Era il 2007 quando ci fu il secondo (a tutt'oggi considerato uno dei suoi migliori concerti di sempre). Era il 2013 quando ci fu il terzo: era per l'Emilia terremotata, era con tanti ospiti. C'ero a tutti. E vorrei esserci anche al prossimo, il 19 settembre: Luciano ha promesso che sarà il concerto più lungo di sempre, almeno il suo. Farà tutto Ligabue, primo disco, e tutto Buon compleanno Elvis, disco della svolta e ci aggiungerà tanta altra roba. Con le tre ore abbondanti di Bruce Springsteen a San Siro credevo di avere visto il massimo. Sarò lieto di andare oltre con Ligabue e le oltre 120mila persone che sono attese a Campovolo. L'attesa per una serata così speciale va accompagnata da momenti altrettanto speciali. Una delle date da segnare è quella del primo agosto. Un sabato. Un po' di mare. O di montagna. E poi a casa perché Sky Arte alle ore 17.50 manda in onda Aspettando Campovolo – Ligastory Prima Parte ma su Sky Cinema Cult avremo Da zero a dieci alle 21, la seconda prova registica di Luciano dopo Radiofreccia. Il film è stato presentato in una proiezione speciale della Settimana Internazionale della Critica al Festival di Cannes 2002.

L'ultima volta che ho incontrato Luciano, lo scorso maggio a Reggio Emilia per chiacchierare dell'imminente Campovolo, il rocker ha spiegato che tra dischi, libri, film... non è passato un anno degli ultimi 25 nei quali non ha lasciato un segno. Tre si celebrano il 19 settembre: 25 anni di carriera, i 20 anni di Buon Compleanno Elvis e i 10 dal primo Campovolo. Sarebbe bello che arrivasse un terzo lungometraggio ma al momento non è nei pensieri: Luciano ha più volte detto che significa stare sullo stesso progetto almeno per due anni, concentrati, senza distrazioni. E lui è troppo effervescente per fermarsi così tanto sopra un copione o dietro una macchina da presa. E allora guadiamoci Da zero a dieci sabato 1 alle ore 21 su Sky Cinema Cult. E' un film sul tempo, sulla nostalgia, sui ricordi ma soprattutto su come è impossibile far ritornare le stagioni. Baygon, Libero, Biccio e Giove sono quattro amici quasi quarantenni che vivono a Correggio. Conducono una vita tranquilla. L'estate del 2000 decidono di regalarsi una vacanza a Rimini, un semplice, onesto fine settimana che cade 20 anni dopo quello interrotto per la morte del più giovane della compagnia, Mirco, appena sedicenne, nell'attentato alla stazione di Bologna. Libero organizza tutto in ricordo di quell'esperienza, con l'illusione di poter riafferrare le briglie di sentimenti e stagioni ormai lontani. Il destino ci metterà di nuovo l'unghia ma ciò che sarebbe bello, per tutti noi, è dare un voto alle nostre vite. Da zero a dieci ovviamente.