Maze Runner - Il labirinto: tutte le curiosità!

Inserire immagine
Una scena del film Maze Runner, in onda lunedì 3 agosto su Sky Cinema 1

Ecco tutto quello che avreste voluto sapere (e non avete mai osato chiedere) sulla pellicola di fantascienza diventata già cult, in onda lunedì 3 agosto su Sky Cinema 1.  Non lasciatevi scappare le chicche più ghiotte relative all’attesissimo film

Maze Runner - Il labirinto è già un cult.
Uscito nel 2014, a distanza di neanche un anno è entrato a pieno titolo nella storia della cinematografia di fantascienza.
Aspettando di vederlo lunedì 3 agosto su Sky Cinema 1, ecco le curiosità più bizzarre, divertenti e ghiotte con cui intrattenere ogni fantascienza-dipendente che si rispetti.


Serpenti a go go – Prima delle riprese di alcune scene in aree particolarmente pericolose la cui fauna conta svariate specie di serpenti velenosissimi (molti dei quali scritturati dalla produzione stessa), alcuni specialisti addetti alla sicurezza del cast hanno dovuto perlustrare la zona. Hanno trovato la bellezza di 25 serpenti talmente velenosi da risultare letali.

Provino su Twitter -  L’attore Blake Cooper ha rischiato di diventare lo stalker del regista Wes Ball. Nel periodo del casting, infatti, lo tampinò su Twitter inviandogli decine di tweet per convincerlo a concedergli il ruolo di Chuck.

Nomi illustri – I nomi dei personaggi del film sono omaggi a Vip storici quali matematici, scienziati e filosofi: Thomas (Thomas Edison), Alby (Albert Einstein), Newt (Isaac Newton), Chuck (Charles Darwin), Gally (Galileo), Teresa (Madre Teresa), Winston (Winston Churchill) e Ben (Benjamin Franklin) sono alcuni degli esempi più lampanti.

Un diavolo per capello – Il parrucchiere personale dell’attore Dylan O'Brien gli costò quasi il ruolo. Il regista, infatti, reputava le capigliature di O’Brien troppo in stile MTV.

Chi va con lo zoppo impara a recitare – L’attore Thomas Brodie-Sangster si è inventato un trucchetto degno del Neorealismo: per avere una camminata claudicante convincente, si è infilato un sassolino nella scarpa.

Full immersion letteraria - Dylan O'Brien ha avuto soli quattro giorni per leggere il romanzo Il labirinto di James Dashner  da cui è tratto il film. L’attore Thomas Brodie-Sangster, invece, non l’ha mai letto.

Ispirazione – Il regista Wes Ball ha dichiarato di essersi ispirato a Terrence Malick per questo film. Prima di incominciare le riprese, ha guardato e riguardato tutte le sue pellicole. Il film che più ha influenzato il suo stile, però, rimane Jurassic Park.

Giorni di ripresa – Le riprese del film durarono in tutto 42 giorni.

Ci vuole un fisico bestiale - La produzione non ha testato le abilità fisiche del cast prima delle riprese. Per fortuna tutti gli attori si sono dimostrati molto bravi sia nel correre sia nel saltare etc.

Non perdete l’appuntamento degli appuntamenti: Maze Runner - Il labirinto, in onda lunedì 3 agosto su Sky Cinema 1.