La ragazza del dipinto, la vera storia di Dido Elizabeth Belle

Inserire immagine
L'attrice Gugu Mbatha-Raw interpreta Dido Elizabeth Belle nel film "La ragazza del dipinto"

Arriva su Sky Cinema 1, in prima visione, domenica 26 luglio alle 21.10, la vera storia di Dido Elizabeth Belle, cantante di colore e figlia illegittima dell'ammiraglio Sir John Lindsay, vissuta nel diciottesimo secolo. La regia è di Amma Asante. Nel cast Emily Watson e Tom Wilkinson

“Ho sempre sognato di raccontare un personaggio di colore che sembrasse uscito da un libro di Jane Austen, ma pensavo fosse impossibile... fino a quando mi sono imbattuta nella vita di Belle», spiega  la regista di questo film. “Il primo a mandarmi una sua immagine è stato il produttore Damian Jones, ma la rivelazione l'ho avuta davanti al dipinto che la ritrae accanto alla cugina. Le due ragazze sono sullo stesso piano: Elizabeth sfiora affettuosamente il braccio della cugina, mentre Belle sorride, indicando con orgoglio la propria carnagione scura. Una commissione unica e rara”, conclude, “che mi ha mostrato la possibilità di raccontare una storia che combinasse politica, discriminazione razziale e romanticismo”.<br><br>In questo modo, la regista del film, sintetizzava l’idea del suo secondo lungometraggio “La ragazza del dipinto” , Belle nel titolo originale in onda su Sky Cinema 1, in prima visione, domenica 26 luglio alle 21.10. ”.<br><br>Tratto da una storia vera, la pellicola racconta una pagina storica poco nota e davvero affascinante, quella di Dido Elizabeth Belle Lindsay, figlia mulatta di un ammiraglio della marina britannica e di una schiava. Dopo la morte della madre della bambina, l’ufficiale riconosce legalmente la figlia e la affida alle cure dello zio, il Conte di Mansfield, giudice supremo della corte britannica. Dido cresce come una ragazza aristocratica con la cugina Elizabeth, ma dovrà confrontarsi con le discriminazioni inevitabili a causa del colore della sua pelle. La posizione della giovane Dido è infatti ambigua: non può cenare con la famiglia, ma il suo rango è troppo elevato per la servitù; è altamente istruita, suscita curiosità e disprezzo, eppure diventa oggetto di interesse per via della sua condizione di ereditiera. Una figura di donna complessa, indipendente e moderna, che rivendica la propria libertà e cerca di dare una voce a chi non la possiede con l’aiuto di un giovane avvocato idealista. Al centro della vicenda è il caso della nave negriera Zong, che gettò in mare 142 schiavi incatenati per ottenere l’assicurazione sulle perdite subite. Un caso che spalancò le porte dell’abolizione della schiavitù nel Regno Unito. ”.<br><br>La ragazza del dipinto si avvale di uno splendido cast. Gugu Mbatha-Raw è la perfetta protagonista di questo film, affiancata da solidi veterani (Tom Wilkinson, Emily Watson, Penelope Wilton e Miranda Richardson) e da talentuosi coetanei: da Sarah Gadon che interpreta l’ingenua cugina, a Sam Reid, che veste i panni dell’appassionato avvocato John Davinier. Notevoli anche i costumi e le splendide scenografie. Le musiche sono del premio Oscar Rachel Portman.<br><br><iframe width="630" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/x02TcipqqMk" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>