Buon compleanno Willem Dafoe

Inserire immagine

In occasione dei 60 anni di Willem Defoe, Sky Cinema Hits mercoledì 22 luglio dedica una programmazione speciale per celebrare i molti volti dell’attore. Si parte alle 13.05

Auguri a Willem Dafoe che il 22 luglio compie 60 anni e auguri a tutti i personaggi da lui interpretati: dal falsario di William Friedkin per Vivere e morire a Los Angeles (To Live and Die in L.A,1985) al Goblin di Spiderman, e quelli che si battono contro le radici dell'odio di Alan Parlker con Mississippi Burning, e gli orrori della guerra del Vietnam, con il sergente Elias Grodin di Platoon (1986) di Oliver Stone, nella Saigon (1988) di Christopher Crowe, e nella Villa Dulce di Nato il quattro luglio (Born on the Fourth of July, 1989).<br><br>Per l’ occasione Sky Cinema Hits mercoledì 22 luglio dedica una programmazione speciale per celebrare i molti volti dell’attore. Si parte alle 13.05 con Le Avventure Acquatiche di Steve Zissou e Grand Budapest Hotel  di Wes Anderson e si continua con Sotto il Segno del Pericolo, terza avventura dell’agente della CIA Jack Ryan e The Boondock Saints, dove l’attore interpreta un detective del FBI che aiuta due fratelli irlandesi in cerca di vendetta in una Boston governata dai gangster. L’appuntamento in prima serata è con Bad Country: Affari Di Famiglia, dove Defoe interpreta un detective pronto a tutto pur di proteggere il suo informatore, mentre in seconda serata lo troviamo impegnato a risolvere l’assassinio di tre giovani attivisti per i diritti civili nell’intenso Mississippi Burning – Le Radici Dell’odio ).<br><br>Un attore unico, considerato dalla critica strano ma cui in passato lo stesso Dafoe ha risposto così: "Non sono strano; sono solo un ragazzo di strada del Wisconsin". Un ragazzo di strada che continua a lasciare un segno indelebile ogni volta che esce un sua nuova interpretazione. Come per esempio la sua presenza in Antichrist in coppia con la Gainsbourg o in Nymphomaniac di Lars Von Trier o in Grand Budapest Hotel di Wes Anderson. Senza dimenticare il Pier Paolo Pasolini di Abel Ferrara dove Dafoe è il poeta, intellettuale e regista italiano, ucciso 40 anni in circostanze misteriose