Buon compleanno Renato, <br>i settantacinque anni di Pozzetto

Inserire immagine
Renato Pozzetto - Foto Ansa

Martedì 14 luglio Renato Pozzetto festeggia i suoi 75 anni. Per l’occasione Sky Cinema Comedy gli dedica una maratona per passare un’intera giornata in sua compagnia. Si parte alle 7.05

“Eh la madonna!!!!”. Potremmo utilizzare la sua più celebre esclamazione per sintetizzare la folgorante carriera di Renato Pozzetto che il prossimo 14 luglio compirà 75 anni, 50 dei quali spesi nel mondo dello spettacolo.<br><br>Per festeggiare il suo compleanno Sky Cinema Comedy gli dedica una maratona per passare un’intera giornata in sua compagnia. Si parte alle 7.05 con GRANDI MAGAZZINI, film di Castellano e Pipolo che segue diversi personaggi durante una stravagante giornata. Segue poi  la trilogia firmata da Neri Parenti con LE COMICHE, LE COMICHE 2 e LE NUOVE COMICHE, dove troviamo il comico in coppia con Paolo Villaggio. La giornata prosegue con LA CASA STREGATA, SETTE CHILI IN SETTE GIORNI e NOI UOMINI DURI. In preserale troviamo la coppia Pozzetto – Celentano nei panni di due eccentrici proprietari di auto d’epoca la cui vita viene sconvolta quando uno dei due s’innamora di una cliente, in LUI E’ PEGGIO DI ME. Alle 21.00 l’appuntamento è con RICKY E BARABBA, l’improbabile amicizia tra un miliardario sfortunato e un barbone che l’aiuterà a risollevarsi. A seguire, in seconda serata, INFELICI E CONTENTI, commedia di Neri Parenti; chiude la giornata la coppia comica Pozzetto – Montesano in PIEDIPIATTI.<br><br>Il successo di Pozzetto comincia come cabarettista nel duo "Cochi e Renato", insieme a Cochi Ponzoni, al Derby di Milano. In pochi anni approdano in Tv come protagonisti e conduttori, in trasmissioni come Quelli che la domenica (1968), Il buono e il cattivo (1972) e Canzonissima (1974).  Pozzetto esordisce al cinema con Per amare Ofèlia (1974) di Flavio Mogherini, dove propone per la prima volta la sua recitazione straniante fatta di silenzi, gesti impacciati e sguardi fissi. Dopo il grande successo del primo film ne seguono a ritmo vertiginoso parecchi altri. Ma è soprattutto negli anni 80 che Pozzetto diventa il vero e proprio mattotore della comicità italiana. Nascono pellicole come Sono fotogenico, Fico d’India, Mia moglie è una strega, Culo e camicia, Un povero ricco, Mani di fata, Lui è peggio di me, Il ragazzo di campagna, È arrivato mio fratello, Da grande e Casa mia casa mia…. Difficile scegliere il miglior film. Indubbiamente il più famoso tra questi è Il ragazzo di campagna, diretto da Castellano & Pipolo. 

Ma altrettanto belli sono Lui è peggio di me (in cui Pozzetto recita insieme a uno strepitoso Adriano Celentano), o Un povero ricco, film impreziosito dalla splendida figura femminile di Ornella Muti e dalla presenza di un attore che ha sempre incarnato la “milanesità” come Piero Mazzarella, interprete della figura del barbone Stanislao detto “Fosforo”.<br>br>Altra perla da ricordare è quella che vede Pozzetto in coppia con Carlo Verdone in 7 chili in 7 giorni. L'ultimo episodio significativo per la sua carriera, almeno per quanto riguarda il grande schermo, risale al 1990 quando con Le comiche, al fianco di Paolo Villaggio, ottiene un grande successo popolare.Da ricordare anche il bel film Da Grande (regia di Franco Amurri, 1987) al cui soggetto si ispirerà il film americano Big, con Tom Hanks.