3 Days to Kill, le curiosità sul film

Inserire immagine
3 Days to Kill

Lunedì 27 luglio alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD va in onda in prima visione tv 3 Days to Kill, thriller con Kevin Costner nei panni di un agente dei servizi segreti prossimo al ritiro, ma con un'ultima, vitale missione da portare a termine. Ecco le curiosità sulla pellicola.

L'agente della CIA Ethan Renner ha ormai una certa età. E, scopre, anche una malattia terminale. Ma quando gli viene offerta come ricompensa per un'ultima missione un farmaco in grado di salvarlo, decide di rimettersi in gioco e nel frattempo di cercare di sistemare la sua disastrata vita familiare. In attesa di vedere Kevin Costner e Amber Heard in azione, ecco alcune curiosità su 3 Days to Kill, action movie in prima visione tv lunedì 27 luglio alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD.

 

JFK - Nel film Ethan riceve un assegno datato 22 novembre 2013, ovvero il giorno del cinquantesimo anniversario della morte del presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy, sul cui omicidio Kevin Costner indagava in JFK - Un caso ancora aperto, film del 1991 di Oliver Stone.

 

United States of Action - La pellicola ha riunito due veri e propri veterani del cinema action: da una parte, al soggetto e alla sceneggiatura, il francese Luc Besson; dall'altra, alla regia, l'americano McG.

 

Bodyguard - Secondo alcuni la scena in cui Ethan protegge la figlia in un night club e la accompagna fuori sarebbe un riferimento a un celebre film di Kevin Costner, ovvero Guardia del corpo, in cui l'attore faceva qualcosa di simile con la cantante Whitney Houston.

 

Parigi-Belgrado - Il film è stato girato per lo più in Francia, a Parigi, e in Serbia, a Belgrado: in quest'ultima città le riprese si sono svolte all'interno dell'Hotel Jugoslavia, uno dei più famosi del posto, danneggiato durante i bombardamenti NATO del 1999.

 

La città del cinema - Come spesso accade per i film che coinvolgono Luc Besson, la troupe ha lavorato all'interno della Cité du Cinema, gli studi parigini fortemente voluti e creati dallo stesso regista francese.

 

Quando James Bond torna a casa - Parte del fascino del film sta nel mostrare la vita privata di un killer del governo statunitense. Come ha detto il regista McG: "sono interessato a cosa succede a James Bond quando torna a casa. Non lo si vede mai quando stacca dal lavoro".

 

Il ritorno di Kevin - Kevin Costner non è certo più un attore gettonato come nel suo periodo d'oro negli anni '90, ma il 2014 è stato un anno decisamente roseo per lui, con ben quattro film usciti nelle sale: non solo 3 Days to Kill, ma anche Jack Ryan - L'iniziazione, Draft Day e Black or White.

 

Vive la France - Oltre a svolgersi in Francia, il film mette al centro dell'azione due automobili francesi: si tratta della Peugeout RCZ R guidata da Amber Heard e della 208 GTi pilotata da Kevin Costner, protagoniste di una serie di inseguimenti mozzafiato.