Guardiani della Galassia, le curiosità

Inserire immagine
Guardiani della Galassia

Lunedì 6 luglio alle 21.10 appuntamento stellare con Guardiani della Galassia, film Marvel campione al box office in onda in prima visione tv su Sky Cinema 1 HD e in contemporanea su Sky 3D. Ecco le curiosità sul film di James Gunn.

È tempo di puntare in alto. Molto in alto, addirittura tra le stelle, perché è lì che si svolge Guardiani della Galassia, successone al botteghino della Marvel che andrà in onda in prima visione tv lunedì 6 luglio alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD e in contemporanea su Sky 3D. In attesa del grande evento, ecco alcune curiosità sul film.

 

Un wrestler in lacrime - Quando il wrestler Dave Bautista ha scoperto che avrebbe interpretato Drax il Distruttore ne I Guardiani della Galassia è scoppiato a piangere dalla gioia di essere entrato a far parte di un film Marvel ed è corso a prendere lezioni di recitazione. Da un punto di vista della prestanza fisica, invece, per Dave non è stato molto difficile calarsi nei panni dell'energumeno alieno...

 

Groot! - Riguardo alla sua interpretazione di Groot, l'uomo-albero a cui presta la voce nella versione originale del film e che è in grado soltanto di ripetere "Io sono Groot", Vin Diesel ha detto che "si tratta della cosa più complessa che si può chiedere a un attore. Tra l'altro Vin ha registrato le sue battute in molte altre lingue oltre all'inglese, tra cui lo spagnolo, il portoghese, il tedesco, il francese, il russo e il mandarino. In Italia invece il personaggio è doppiato da Massimo Corvo.

 

Musica spaziale - Ben tre diverse versioni della colonna sonora di Guardiani della Galassia sono state messe in commercio. Quella che rispecchia pari pari l'Awesome Mixtape vol.1 di Quill ha raggiunto addirittura la cima delle classifiche di vendite negli Stati Uniti, diventando l'unica colonna sonora ad arrivare in prima posizione pur essendo composta solo di pezzi già esistenti (si tratta infatti di una compilation di brani degli anni '60 e '70). 

 

Botte da orbi - Durante una scena di combattimento, Zoe Saldana ha quasi rotto una costola a Chris Pratt perché il suo collega si era dimenticato di indossare il giubbotto protettivo.

 

Viva Milano - Stando al regista la Milano, la nave spaziale di Peter Quill, si chiama così non in onore della città di Expo 2015, bensì dell'attrice Alyssa Milano, per la quale il personaggio aveva una cotta da ragazzo.

 

Iron bidone - Guardiani della Galassia doveva includere un breve cameo con Iron Man, ma non è stato possibile perché al momento Robert Downey jr. aveva detto di non voler interpretare più il supereroe di ferro.

 

Vintage - Il Sony TPS-L2 di Peter Quill è il primo modello di walkman mai prodotto.

 

A dieta! - Per il ruolo di Peter Quill/Starlord, l'attore Chris Pratt ha dovuto perdere oltre 25 chili e mettere su dei signori addominali in soli 6 mesi.

 

Bravi bambini - James Gunn regalava un secchiello di Play-Doh nuovo a chiunque si fosse comportato bene sul set, dagli attori fino ai membri della troupe.

 

Un insolito modello - Le fattezze del personaggio di Rocket Raccoon sono state modellate a partire da quelle di Oreo, un adorabile procione inglese.