In ordine di sparizione: la vendetta è un piatto norvegese

Inserire immagine
L'attore Stellan Skarsgård in un'immagine tratta dal film "In Ordine di Sparizione"

Direttamente dalla Norvegia  arriva, in prima visione, su Sky Cinema Cult venerdì 19 giugno alle 21.00 la dark comedy In ordine di sparizione del regista Hans Petter Moland. Con Stellan Skarsgård e Bruno Ganz

Arriva dalla Norvegia  e sbarca, in prima visione, su Sky Cinema Cult venerdì 19 giugno alle 21.00 la dark comedy Kraftidioten, tradotto in Italia come In ordine di sparizione.  Diciamo subito che si tratta di un piccola e preziosa perla ancora scaturita da quel cinema scandinavo che tante volte, in passato, ci ha sorpreso positivamente. Qui poi ci troviamo in un territorio cinematografico in bilico tra il thriller vendicativo alla Taken, il pulp alla Tarantino e l'action comedy dei fratelli Coen. Poteva scaturirne un’opera confusa e invece il regista Hans Petter Moland ha realizzato una pellicola davvero riuscita, intrisa di umorismo e humor a tratti grottesco. <br><br>

La storia è presto detta. In una regione isolata della Norvegia, Nils tiene libere le strade guidando un enorme spazzaneve. Cittadino modello, la sua vita è sconvolta dall’omicidio del figlio, finito per  errore nel mirino della malavita . Deciso a vendicarsi, l’uomo si rivela un combattente nato, scagliandosi da solo contro un’organizzazione criminale guidata dal “Conte”, giovane gangster ferocissimo ma amante dell’arte e vegano convinto. La situazione si complica quando si mette di traverso anche la ruspante mafia serba, in un susseguirsi di omicidi e vendette incrociate sempre più rocambolesco. Grazie alla fortuna dei principianti e  un coraggio fuori dal comune, Nils riuscirà a tenere tutti sotto scacco, fino all’eclatante resa dei conti. <br><br>

Il regista Hans Petter Moland, già vincitore dell'Orso d'Oro al Festival del cinema di Berlino 2010 per Aberdeen, e già divenuto noto a livello internazionale nel 2004 con The Beautiful Country con Nick Nolte e Tim Roth, dirige una commedia pulp che ha ricevuto un'ottima accoglienza al festival di Berlino del 2014, ottenendo una nomination, con protagonisti Stellan Skarsgård (Millennium - Uomini che odiano le donne, The Avengers (2012), Nymphomaniac) nei panni di Nils e Bruno Ganz (Il cielo sopra Berlino, La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler; Unknown - Senza identità) in quelli di Papa. <br><br>

La vendetta è il motore dell'azione narrata che vede in contrapposizione da un lato due organizzazioni criminali strutturate, che seguono fedelmente regole rigide e primordiali, e dall'altro Nils, che non essendo un criminale non segue gli schemi propri di quel mondo, e agisce in modo imprevedibile e spesso "impacciato". Il padre, fattosi "giustiziere" per amore del figlio perduto, è capace di mettere in difficoltà i pericolosi criminali proprio perché rappresenta un mondo e un modo di agire assolutamente diversi da tutto quello loro conoscono.