Sky Cinema Passion ricorda <br>Yves Saint Laurent

Inserire immagine
Un'immagine tratta dal film Yves Saint Laurent

A 7 anni dalla morte del celebre stilista Yves Saint Laurent, Sky Cinema Passion, programmerà lunedì 1 giugno alle 21.00, il film biografico YVES SAINT LAURENT, che ripercorre le tappe salienti della vita del giovane prodigio del mondo della moda che divenne assistente di Christian Dior a soli 21 anni

Si parte dalla Parigi del 1957. Qui All’età di 21 anni il longilineo talentuoso giovane designer Yves Saint Laurent raggiunge la posizione  di assistente del grande Christian Dior. E, dopo l'improvvisa morte dello stesso Dior, giovanissimo è nominato direttore artistico di una delle case di moda più prestigiose del mondo. Così, senza troppi preamboli, parte Yves Saint Laurent, film patinato e 'politicamente' corretto, di Jalil Lespert in onda su Sky Cinema Passion lunedì 1 giugno alle 21.00 in occasione dei 7 anni della morte del celebre stilista. <br><br>

Maniaco della precisione, raffinato culturalmente, curioso e timido al giovane Saint Laurent (Pierre Niney) sembra andare tutto bene. La sua prima collezione ottiene un trionfante successo e in Pierre Bergè (Guillaume Galliene lo straordinario protagonista di Tutto sua madre), suo compagno fino alla fine, trova subito l'amore della sua vita, l'uomo che lo rassicura e sopporta le sue intemperanze. Insieme poi fonderanno il loro marchio vincente: 'Yves Saint Laurent'.   Nel film, approvato dallo stesso Bergè, scorrono circa venti anni di crisi creative e conflitti emozionali di un'artista sensibile e fragile che deve vedersela in primo luogo con la gestione di se stesso. Tradimenti reciproci, strisce di cocaina, promiscuità, voglia di rivoluzionare la moda come il modo di essere della donna, ma anche l'ingresso dell'arte-arte nel mondo del fashion. . <br><br>

Basato sulla biografia dello stilista scritta da Laurence Benam (Yves Saint Laurent. Biographe, ed. Livre de Poche) e su Lettres a Yves (ed. Galimard) scritto dallo stesso Bergè, il film racconta insomma il rapporto d'amore di due persone: Pierre, intellettuale socialista che si occupa degli affari della Maison mentre presiede l'Opera de Paris e Yves intellettuale appassionato di Proust. "Il film non si schiera, riflette la verità. Tutti gli uomini hanno un lato scuro e uno chiaro. La mia vita con Yves non è stata una favola", aveva detto Pierre Bergè presentando il film a Parigi. . <br><br>

Frase cult del film, quella che dice lo stesso Saint Laurent: "la cosa che mi piace di piu'? Il letto pieno".