Sotto una buona stella, i giovani talenti di Verdone

Inserire immagine
Lorenzo Richelmy e Tea Falco

Lunedì 6 aprile alle 21.10 va in onda in prima visione tv su Sky Cinema 1 HD Sotto una buona stella, film in cui Carlo Verdone mette in campo una serie di giovani talenti come Lorenzo Richelmy e Tea Falco.

Lunedì 6 aprile va in onda in prima visione tv su Sky Cinema 1 HD Sotto una buona stella, commedia di Carlo Verdone in cui l'attore e regista interpreta un broker che dopo aver perso moglie e lavoro si ritrova a convivere assieme ai due figli sfaccendati. La forza nel film sta proprio nel confronto generazionale non solo tra i personaggi della storia, ma anche tra gli attori del cast. Per questo Verdone ha scelto una serie di giovani di talento come comprimari.

Non si può che partire da Tea Falco, visto il suo ruolo nella nuovissima produzione targata Sky 1992. Nella serie tv che tanto sta facendo parlare di sé in questi giorni, Tea interpreta Beatrice "Bibi" Magnaghi, una soubrette che vuole fare carriera a ogni costo. Ma 1992 non è certo la prima prova di questa attrice ventottenne, già vista ne I Viceré di Roberto Faenza e in Io e Te dell'immenso Bernardo Bertolucci, senza contare la sua partecipazione a La Solita Commedia - Inferno, ora nelle sale,  al fianco di Biggio e Mandelli. In Sotto una buona stella Tea Falco interpreta Lia, figlia del protagonista Federico.

L'altro figlio di Verdone, Niccolò, è invece interpretato da Lorenzo Richelmy, classe 1990, noto al pubblico televisivo grazie alla serie tv I liceali. Da allora per lui c'è stato il cinema, ma soprattutto tanta altra televisione: ha preso parte a un episodio de I Borgia, ma soprattutto è stat oscelto di recente come protagonista assoluto della serie-kolossal prodotta da Netflix Marco Polo, in cui interpreta l'esploratore italiano in un cast internazionale, al fianco del "nostro" Pierfrancesco Favino.

E non passa inosservata nemmeno Eleonora Sergio, che può vantare un invidiabile curriculum televisivo che spazia da Un medico in famiglia a Don Matteo, passando di recente per il film tv di Pupi Avati Il bambino cattivo e la miniserie Il giudice meschino. Insomma, Carlo Verdone deve credere al classico detto "largo ai giovani". Ma diciamocelo, è soprattutto una fortuna per questi ultimi poter imparare qualcosa da due veterani come lui e l'altra stella del film, Paola Cortellesi!