Con Sky 3D e Maleficent Facebook diventa 3D- Anaglifo

Maleficent © Disney

In attesa della prima tv di Maleficent, il 5 aprile alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD e Sky 3D e alle 21.40 su Sky Cinema Principesse, la pagina Facebook di Sky 3D lancerà una serie di contenuti in 3D-anaglifo sul film. E a breve toccherà ai supereroi Marvel.

Attenzione: video da guardare con occhiali anaglifici.

Domenica 5 aprile prima visione tv d’eccellenza con Maleficent, film in onda alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD (canale 301) e Sky 3D (canale 150) e alle 21.40 su Sky Cinema Principesse (canale 304). Per l’occasione, Sky 3D spinge un passo più in là la sperimentazione pionieristica portata avanti finora, trasportando la terza dimensione sui social network.

A partire da giovedì 26 marzo, sulla pagina Facebook di Sky 3D verranno lanciati una serie di contenuti, immagini e video su Maleficent in 3D-anaglifo. L’anaglifo è un’immagine  stereoscopica che, se osservata mediante appositi occhiali, fornisce un’illusione di tridimensionalità.

Le spettacolari immagini in 3D-anaglifo forniranno agli spettatori di Sky 3D un assaggio di quello che li aspetta domenica 5 aprile. Maleficent, fiaba dark con Angelina Jolie nei panni della strega Malefica, rivede la storia del celebre villain de La bella addormentata, rileggendola dal suo punto di vista.

La straordinaria novità non coinvolgerà solo la tenebrosa protagonista della programmazione di Sky Cinema Principesse. Nel prossimo futuro, infatti, sulla pagina Facebook di Sky 3D approderanno anche nuovi contenuti, che riguarderanno sia spettacolari documentari che gli amatissimi supereroi della Marvel.

Maleficent non sarà l’unico appuntamento pasquale di richiamo su Sky 3D: venerdì 3 aprile alle 21.10, in contemporanea con Sky Cinema Principesse, sarà trasmesso il classico Disney La Bella e la Bestia, mentre sabato sarà la volta de La Sirenetta, anch’esso in contemporanea sul canale 304 di Sky. E domenica 5 aprile a partire dalle 9.45 ci sarà la diretta 3D con la Santa Messa di Pasqua da Piazza San Pietro.