Quando la soundtrack è da statuetta!

Inserire immagine
Massimo Troisi e Philippe Noiret in una scena del film Il postino, in onda sabato 21 febbraio su Sky Cinema 1. Il film si aggiudicò l'Oscar per la migliore colonna sonora

Dalla colonna sonora di Gravity a quella di Luis Bacalov per il film Il postino , in onda sabato 21 febbraio su Sky Cinema 1, ecco un po’ di musica per orecchie da cinefili

La potenza della colonna sonora è spesso sottovalutata.
Tutti guardano all’immagine, tutti parlano del regista, degli attori, dei costumi ma della soundtrack pochi si accorgono.
Eppure proprio quella fa quasi sempre la differenza.
Quando la differenza è tale da aggiudicare al compositore di turno l’ Oscar per le migliore colonna sonora, però, la musica cambia e finalmente ce ne si accorge eccome.
È il caso della soundtrack di Gravity, composta dall’inglese Steven Price, e di quella del film Vita di Pi firmata da Mychael Danna (autore anche di un’altra colonna sonora da chapeau: quella di Little Miss Sunshine), entrambe insignite dell’ambito premio nel 2014 e nel 2013.



A proposito di compositori cult del calibro di Mychael Danna, una menzione speciale andrebbe a un altro Michael mito indiscusso delle sette note cinematografiche: Michael Giacchino.
Premiato nel 2010 con l’Oscar per le musiche del film di animazione Up, il compositore statunitense (dalle evidenti origini italoamericane) è idolatrato dai soprattutto per il suo mirabile lavoro sul piccolo schermo.
J.J. Abrams in persona, infatti, lo volle fortemente per i suoi Alias, Fringe e Lost dopo aver ascoltato i suoi capolavori musicali in videogame come Il mondo perduto - Jurassic Park e Call of Duty.
Se Giacchino e Abrams sono marchi di garanzia in ambito televisivo, Trent Reznor lo è a livello di alternative rock.
Il frontman nonché fondatore della band Nine Inch Nails è uno dei più apprezzati musicisti e compositori del panorama musicale contemporaneo e proprio a lui (assieme al collega Atticus Ross) sono andati sia l’Oscar sia il Golden Globe del 2011 per la strepitosa colonna sonora di The Social Network.



Una delle più belle colonne sonore della storia del cinema è stata quella che nel 1996 ha assicurato la statuetta a Luis Bacalov: la soundtrack de Il postino, in onda sabato 21 febbraio su Sky Cinema 1.
Pianista, compositore, direttore d'orchestra e arrangiatore argentino (naturalizzato italiano), Bacalov è riuscito con le sue musiche a rendere giustizia alle meravigliose immagini del capolavoro firmato Michael Radford e reso tale dal nostro compianto Massimo Troisi.



Non perdete l’appuntamento con la straordinaria colonna sonora de Il Postino sabato 21 febbraio su Sky Cinema 1.