Jay-Z ha venduto a LVMH il 50% del suo brand di champagne

Spettacolo

LVMH acquista il 50% del marchio di champagne Armand de Brignac del rapper

Moët Hennessy, leader mondiale nel settore dei vini e alcolici di lusso, ha recentemente siglato un accordo con Jay-Z per l'acquisto di una partecipazione del 50% di Armand de Brignac, marchio di champagne di proprietà del rapper.

Il prestigioso champagne, una cui bottiglia costa dai 300 $ ai 950 $ (alcune annate anche fino a 100.000 $), entra così nell’orbita della multinazionale del lusso LVMH, che controlla Moët Hennessy.

La star del rap aveva rilevato la Armand de Brignac nel 2014, dopo esserne stato a lungo cliente e testimonial, conferendo allo champagne un’impronta accattivante, che ha portato a oltre 500.000 bottiglie all’anno vendute. Armand de Brignac è uno champagne creato de Jean-Jacques e Alexandre Cattier, ultimi di una dinastia che lo produce dal 1763. È ottenuto con uve dei vitigni caratteristici dello Champagne: chardonnay, pinot nero e pinot Meunier, nella località di La Marne.

Tra gli estimatori di questo vino frizzante non potevano mancare i colleghi di Jay-Z, che proprio lo scorso anno in occasione degli Oscar ha organizzato un party per far conoscere ai celebri ospiti, tra cui Kanye West e Jack Dorsey, la bontà della Champagne Armand de Brignac.

L’investimento di capitale arriva in un momento particolare in cui, a causa dell’emergenza Covid-19 (LO SPECIALE GLI AGGIORNAMENTI - LA MAPPA) le vendite globali di champagne sono crollate del 18%, costringendo produttori e commercianti a limitare collettivamente la loro produzione di uva e vino nel 2020 per evitare un crollo dei prezzi legato alla sovrapproduzione.

Anche il gruppo LVMH, proprietario delle case Dom Pérignon, Moët & Chandon, Mercier, Krug, Ruinart e Veuve Clicquot, ha dichiarato un calo delle vendite del 14% in questo settore.

L’accordo è stato siglato da Jay-Z e Alexandre Arnault, il figlio 28enne del miliardario fondatore di LVMH, Bernard Arnault. Alexandre ha assunto un ruolo più importante nell’azienda di famiglia, essendo stato recentemente nominato direttore esecutivo dei prodotti e della comunicazione di Tiffany.& Co, che è entrata a far parte di LVMH .

“Sono onorato di dare il benvenuto alla famiglia Arnault. Siamo sicuri che la forza del quadro di distribuzione globale di Moët Hennessy, il suo ricco portfolio e il suo track-record di eccellenze nello sviluppo di brand di lusso darà ad Armand de Brignac il potere commerciale necessario per crescere e prosperare ancora maggiormente”, ha dichiarato Jay-Z.

Non è la prima volta che LVMH scommette sulle celebrities. Meno di due anni fa era iniziata la collaborazione con Rihanna per il marchio di moda Fenty, ma all’inizio di febbraio l’annuncio della sospensione di una parte della partnership.

Artisti, ma anche imprenditori, lo stesso Jay-Z, il cui vero nome è Shawn Carter, si è fatto da tempo un nome come uomo d'affari. Recentemente ha fatto notizia l’avvio di un fondo per Bitcoin dal valore di 24 milioni creato dal rapper e il l’amministratore delegato di Twitter Jack Dorsey

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.