Lady Gaga contro l'approvazione in Alabama della legge sull'aborto

Su Twitter l’interprete di «Shallow» si scaglia contro la legge: "È un oltraggio "

Lady Gaga: "Nessun flirt con Bradley Cooper" Lady Gaga, le foto più belle

Lady Gaga scende in campo in prima persona contro l’Alabama. O meglio, contro l’ultima legge approvata dallo stato americano, che vieta in maniera quasi totale l’aborto, impedendo l’interruzione della gravidanza in tutti i casi tranne quando vi sia un serio pericolo di vita per la madre.

Il disegno di legge in questione - già firmato dal governatore dell’Alabama Kay Ivey - arriva, quindi, a escludere la pratica in tutti gli altri casi, persino quando la gravidanza è frutto di incesto o di stupro.

Non solo, perché la disposizione prevede anche pene fino a 99 anni di carcere - paragonabili, nel concreto, all’ergastolo - per tutti i medici dello stato che verranno scoperti a praticare un aborto.

Legge sull’aborto: le parole di Lady Gaga

Come prevedibile, la decisione ha suscitato un mare di proteste, oltre che di indignazione. Soprattutto da parte delle donne, che, vedendosi improvvisamente limitare la propria libertà di scelta, si sono ribellate, sui social e con manifestazioni nelle piazze.

Tra queste, anche l’interprete di «Shallow», che su Twitter ha attaccato senza mezzi termini la legge in questione. “È un oltraggio vietare l’aborto in Alabama, ed è ancor più atroce che questa legge esclude coloro che sono state violentate o che stanno vivendo un incesto consensuale o meno”.

La popstar sottolinea, inoltre, la sproporzione della pena: molto più rigida per i medici abortisti che - paradossalmente - per la maggior parte degli stupratori. “Questa è una farsa e prego per tutte quelle donne e giovani che soffrono per colpa di questo sistema”.

Legge sull’aborto: la reazione di Alyssa Milano

Prima di Lady Gaga, a scagliarsi in maniera ancora più dura contro la legge era stata l’ex protagonista di «Streghe» Alyssa Milano, che, sempre su Twitter, aveva invitato le donne dell’Alabama a uno sciopero del sesso.

“I nostri diritti riproduttivi vengono cancellati. Finché le donne non avranno il controllo legale sui propri corpi, non possiamo rischiare la gravidanza. Unisciti a me non avendo rapporti sessuali finché non torniamo indietro all’autonomia sul nostro fisico. Vi invito ad uno #ScioperoDelSesso. Diffondete”.