Tra mito e natura, "Il potere del veleno" in mostra a Napoli. FOTO

La rassegna sarà ospitata dal 14 marzo al primo luglio nelle stanze dello storico Palazzo Fondi. I visitatori potranno conoscere le proprietà e la storia di diverse sostanze velenose attraverso la guida di un biologo. FOTOGALLERY
  • ©ANSA
    Dal 14 marzo al primo luglio Napoli ospiterà la mostra "Il potere del Veleno". Una rassegna sulle proprietà chimiche e sulla storia delle sostanze velenose del mondo animale e vegetale e sull'uso che l'uomo ha imparato a farne - Tutto sulla mostra "Il potere del Veleno"
  • ©ANSA
    L'esposizione è ospitata dallo storico Palazzo Fondi. Adatta a visitatori di tutte le età, propone un tour didattico alla scoperta della storia dei veleni: dagli antidoti ai vaccini, fino alla produzione di importanti medicinali. Si potranno ammirare anche alcune delle specie più velenose del pianeta - Punture di insetti, i consigli dell'esperto
  • ©ANSA
    I visitatori saranno accompagnati da un biologo che illustrerà origini, curiosità, utilizzi legati ai diversi veleni. Ne racconterà anche aneddoti storici legati, ad esempio, agli imperatori romani o ai Borgia - Dalla Cina a Napoli, arriva l'Esercito di Terracotta. FOTO
  • ©ANSA
    Ragni, scorpioni, rane, ma anche diverse specie di piante. Sono molteplici in natura gli organismi che producono sostanze chimiche velenose - Romeo, la rana in estinzione cerca partner su social
  • ©ANSA
    La location scelta per la mostra è Palazzo Fondi, storico edificio nel centro di Napoli. Il palazzo di via Medina è stato concesso in affitto dall'agenzia del Demanio alla società di rigenerazione urbana Nintynine che lo gestirà fino al maggio 2019 - La poesia della Natura nei dipinti giapponesi, in mostra al Metropolitan
  • ©ANSA
    Dopo tale data, che segnerà la fine della progettazione, lo stabile verrà sottoposto a un'opera di ristrutturazione da oltre 10 milioni di euro. Lavori che dovrebbero concludersi nel 2021 quando il Palazzo ospiterà la sede dell'Agcom - Pianta "magica" e velenosa: cos'è la mandragora. SCHEDA