Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Diabete, il nuovo farmaco semaglutide efficace su più aspetti con una sola iniezione

I titoli di Sky Tg24 delle 18 del 3/12

2' di lettura

Prodotto da Novo Nordisk, il farmaco antagonista del recettore GLP-1 viene somministrato solo una volta a settimana e permetterebbe allo stesso tempo di perdere peso, monitorare la glicemia e ridurre i rischi cardiovascolari 

L’avanzata del diabete non pare destinata a fermarsi nei prossimi anni: la patologia, che oggi riguarda il 5% della popolazione italiana, colpirà entro il 2030 circa cinque milioni di abitanti dello Stivale, cioè il 9%. A diffondere questi dati sono stati gli esperti riuniti a Milano in un evento organizzato da Novo Nordisk per la presentazione di un nuovo farmaco contro il diabete chiamato semaglutide, che offre speranze per contrastare la diffusione della malattia. Questo medicinale di ultima generazione permetterebbe ai diabetici di perdere peso, tenere sotto controllo la glicemia e ridurre il rischio cardiovascolare allo stesso tempo, effettuando una sola iniezione a settimana.

Diabete, problemi per salute e portafoglio

I 450 milioni di diabetici a livello mondiale, 3,5 milioni solo in Italia, potrebbero aumentare significativamente entro il 2030, determinando la crescita di una popolazione fragile ed esposta al rischio di complicazioni tra cui obesità, ictus, infarto e problemi renali o alla vista. Stefano Del Prato, professore dell’Università di Pisa, sottolinea l’aspetto più subdolo del diabete di tipo 2, che può iniziare di fatto “senza sintomi, anche se la glicemia inizia a salire. Ciò porta ad un aumento del rischio di complicanze, che sono il problema principale di questa malattia”. Particolarmente importante, inoltre, è il controllo dell’emoglobina glicata, ovvero la media glicemica degli ultimi 2-3 mesi, per la quale anche il calo di un solo punto può ridurre il rischio di complicazioni. Oltre ai problemi di salute, la patologia porta con sé anche un fardello economico, visto che attualmente il Servizio Sanitario Nazionale (Ssn) sostiene un costo tra i 2-3000 euro a persona, dovuto principalmente ai ricoveri in ospedale.

Il semaglutide nuova arma contro il diabete

Molti di questi aspetti problematici del diabete vengono affrontati dal nuovo farmaco di Novo Nordisk, chiamato semaglutide. Il medicinale è rimborsato dal Ssn e si somministra attraverso un’iniezione da eseguire con una penna pre-riempita una sola volta alla settimana, senza dover attendere i pasti. La durata dell’effetto del semaglutide, che è un farmaco agonista del recettore del GLP-1 di ultima generazione, è infatti di 150 ore. Secondo Agostino Consoli dell'Università G. D'Annunzio di Chieti-Pescara il medicinale è più efficace rispetto a quelli già disponibili “nel controllo della glicemia, del peso corporeo e benefici per il cuore”, permettendo a circa l’80% dei pazienti che lo hanno utilizzato nei test di mantenere l’emoglobina glicata al di solito di una certa soglia.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"