Giornata donatori di sangue: in Italia l'evento globale del 2021

Salute e Benessere
World Blood Donor Day

L'evento, istituito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, quest’anno ha come slogan "Give blood and keep the world beating”. Ecco le iniziative organizzate dal ministero della Salute attraverso il Centro Nazionale Sangue e dalle associazioni e federazioni dei donatori

Il 14 giugno si celebra la Giornata mondiale dei donatori di sangue (World Blood Donor Day),  che quest'anno ha come protagonista l'Italia a cui è stata affidata l'organizzazione dell'evento globale. Istituita dall'Oms, l'iniziativa intende far crescere la consapevolezza della necessità di donazioni di sangue regolari per assicurare la qualità, la sicurezza e la disponibilità del sangue e dei prodotti derivati per i pazienti che ne hanno bisogno.
La giornata, che quest'anno ha come slogan "Give blood and keep the world beating” ("Dona il sangue e fai battere il mondo"), come sottolinea l'Organizzazione Mondiale della Sanità offre anche l'opportunità di chiamare all'azione i governi e le autorità sanitarie nazionali per fornire risorse adeguate e mettere in atto sistemi e infrastrutture per aumentare la raccolta di sangue da donatori di sangue volontari e non retribuiti.

Oms: 118 milioni di donazioni di sangue l'anno ma non basta

Il bisogno di sangue è universale, ma l'accesso a questa risorsa non lo è, con il 40% del sangue mondiale che viene raccolto nei Paesi a più alto reddito dove vive il 16% della popolazione. Lo ricorda l'Oms in occasione di questa giornata mondiale, sottolineando che ogni anno nel mondo vengono raccolte 118,5 milioni di sacche, ma se nei Paesi ricchi ci sono 31,5 donatori ogni mille abitanti, in quelli a basso reddito la cifra scende a 6,8. Inoltre, in 50 paesi la donazione non è gratuita, ma è da familiare o addirittura pagata. A seconda del Paese cambia anche la destinazione del sangue: in quelli ricchi il 75% delle trasfusioni va agli over 60, in quelli a basso e medio reddito, invece, più di metà (il 54%) va a bambini sotto i 5 anni. "Un focus speciale della campagna di quest'anno sarà il ruolo dei giovani nel garantire un apporto sufficiente di sangue. In molte comunità formano un settore molto largo della popolazione, e sono in generale pieni di idealismo, entusiasmo e creatività", scrive l'Oms lanciando un appello ai giovani.

Cns: 1,6 milioni di donatori in Italia: sale l'età media

In vista dell’occasione, il Centro Nazionale Sangue (Cns) ha reso noti i dati della raccolta del 2020, dai quali emerge che nei circa 1,6 milioni di donatori totali continua a salire l'età media, con un calo dei donatori tra 18 e 25 anni (scesi sotto i 200mila), e di quelli nelle fasce superiori fino a 45 anni. Il sistema trasfusionale italiano ha comunque garantito l'autosufficienza nel sangue intero, con oltre 5 trasfusioni al minuto nel 2020.

A Roma l’evento globale del World Blood Donor Day

L’Italia, dopo il rinvio dell’edizione 2020 a causa del Covid, è stata scelta come sede dell’evento globale del World Blood Donor Day 2021 che avrà luogo il 14 e il 15 giugno presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, con una serie di iniziative (disponibili anche in versione virtuale sul sito  wbdd2021.com) organizzate dal ministero della Salute attraverso il Centro Nazionale Sangue e dalle associazioni e federazioni dei donatori. L'evento si aprirà alle 11.00 del 14 giugno con l'inaugurazione del villaggio virtuale dei donatori e proseguirà con un appuntamento istituzionale e un concerto serale dall'Auditorium Parco della Musica di Roma con protagonisti tra gli altri la cantautrice franco-indonesiana Anggun, la Banda della Polizia di Stato e il cantante Ron.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24