Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Figlio preferito? Ne risentirebbero tutti i bambini della famiglia

I titoli di Sky Tg24 delle 8 del 2/4

2' di lettura

Secondo un lavoro di analisi, condotto da Sheri Madigan e Jennifer Jenkins, il favoritismo delle figure genitoriali sarebbe associato a un minore benessere mentale e fisico di tutti i figli 

I genitori hanno un figlio preferito? Quando questa domanda viene posta a mamma e papà la risposta è quasi sempre la stessa: ‘no, tutti i figli sono uguali’.
Secondo la ricerca scientifica, invece, la risposta è affermativa. Un recente studio, condotto su un campione di adulti, ha rilevato che l’85% degli ex bambini ha notato nelle figure genitoriali delle distinzioni tra fratelli.
Secondo un lavoro di analisi, pubblicato su The Conversation e condotto da due esperte di sviluppo dell’infanzia, Sheri Madigan dell'Università di Calgary, e Jennifer Jenkins, dell'Università di Toronto, il favoritismo dei genitori sarebbe associato a un minore benessere mentale e fisico di tutti i figli della famiglia.
A risentire delle distinzioni relazionali e affettive dei grandi, sono proprio i bambini, che spesso non comprendono il differente comportamento dei genitori.

Il favoritismo dei genitori da cosa dipende?

Secondo le esperte, sono diversi i fattori che influiscono sul comportamento dei genitori. Oltre all’età e alla personalità dei bambini, che certamente comportano regole e relazioni differenti, dettate da diverse capacità di sviluppo, anche i geni hanno un ruolo nel favoritismo dei genitori. Secondo alcune ricerche scientifiche, gli adulti si relazionano in modo del tutto simile con figli gemelli omozigoti, ovvero con i bimbi che condividono il 100% del Dna. Questo non avviene quando i gemelli hanno in comune solo il 50% del patrimonio genetico. Un altro fattore che potrebbe influire sul favoritismo genitoriale è lo stress: quando i genitori soffrono di tensioni finanziare, problemi di salute mentale o difficoltà nella relazione di coppia sarebbero più portati a relazionarsi in maniera differente con i figli.

Conseguenze sui bambini

Secondo le esperte, il favoritismo dei genitori può comportare l’allontanamento tra fratelli, sia nell’infanzia che in età adulta.
A risentirne sarebbe anche il figlio ‘preferito’, che vivrebbe nella paura di poter perdere le attenzioni riservate dalle figure di riferimento.
Sheri Madigan e Jennifer Jenkins consigliano ai genitori di cercare di evitare, in presenza dei figli, tutti quei discorsi che evidenziano le loro differenze, cercando di ascoltare ogni bambino, dedicandogli parte del proprio tempo di ogni giornata.  

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"