Omicidio Ciatti, Corte d'Assise di Roma: processo in Italia andrà avanti

Lazio

Per i giudici è "infondata" l'istanza avanzata dalla difesa dell'imputato, il ceceno Rassoul Bissoultanov, in cui veniva chiesto di chiudere il processo italiano per il principio del 'ne bis in idem' dopo la sentenza di condanna di primo grado pronunciata in Spagna

ascolta articolo

Anche in Italia sisvolgerà un processo per l'omicidio di Niccolò Ciatti, il 21enne di Scandicci picchiato a morte la notte nell'agosto del 2017 in una discoteca di Lloret de Mar, in Spagna. Per i giudici della Corte d'Assise di Roma è infatti "infondata" l'istanza avanzata dalla difesa dell'imputato, il ceceno Rassoul Bissoultanov, in cui veniva chiesto di chiudere il processo italiano per il principio del 'ne bis in idem' dopo la sentenza di condanna di primo grado pronunciata in Spagna.

I giudici: "Istanza va rigettata"

leggi anche

Omicidio Ciatti: al via processo, padre "vogliamo giustizia"

I giudici capitolini oggi hanno sciolto la riserva affermando, nell'ordinanza, che "non merita accoglimento e va rigettata" poiche' nessuno dei due procedimenti e' arrivato a sentenza definitiva. Il processo in Italia puo' cosi' proseguire.

Roma: I più letti