Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Coronavirus a Roma, morto un farmacista a Nettuno. Spallanzani: 214 ricoverati. LIVE

16' di lettura

La denuncia della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani: "Non siamo stati dotati di protezioni adeguate. Si deve praticare il test per il contagio a tutti i professionisti della salute". L'ospedale romano: "Trend dei nuovi ricoveri è in calo"

Un altro farmacista è deceduto per l'epidemia da covid19: si tratta di Paolo D'Ambrogi, che esercitava nella sua parafarmacia di Nettuno. "Continuiamo a prestare la nostra opera sul territorio e nelle strutture del SSN anche se ancora non siamo stati dotati di protezioni adeguate. Si deve praticare il test ai farmacisti e a tutti i professionisti della salute", la denuncia della Federazione degli ordini farmacisti italiani.
Lo Spallanzani ha dato lettura del bollettino odierno, nel quale si evidenzia che nell'Istituto sono ricoverati "214 pazienti positivi, 24 dei quali necessitano di supporto respiratorio", e si conferma "ulteriormente il trend di diminuzione del numero di nuovi ricoveri" nella struttura.
Intanto, il Crocifisso "miracoloso", portato in processione dai romani nel 1522 durante la peste, verrà trasportato in Vaticano e posizionato, domani alle 18, in piazza San Pietro per la preghiera indetta da Papa Francesco.
La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha invece reso noto che la Giunta da lei guidata sta "riflettendo sull'eliminazione della tassa sull'occupazione del suolo pubblico per il 2020".  (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - MAPPA E GRAFICI DEL CONTAGIO)

19:30 - Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti donano un milione

Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti, tramite la Garavani Giammetti Foundation, donano un milione di euro per sostenere la lotta contro il coronavirus. Il denaro andrà a beneficio del Columbus Covid 2 Hospital, nuova area interamente dedicata all'emergenza sanitaria nel Policlinico dell'Università Agostino Gemelli di Roma. L'ospedale è stato inaugurato il 21 marzo e dovrebbe essere pienamente operativo la prossima settimana.

18:34 – Al Fatebenefratelli parto in sicurezza

Percorso sicuro per il parto all' Ospedale Fatebenefratelli di Roma, la struttura dove ogni anno nascono 3.200 bambini. In pochi giorni è stato allestito un sistema blindato per fornire la massima sicurezza. Ogni partoriente ha a disposizione una stanza singola, areata e con finestra, e non viene a contatto con altre donne in travaglio. Al partner, prima di entrare in reparto viene fatta un'anamnesi, controllati la febbre e i contatti. Può assistere al parto con tutte le dotazioni di sicurezza per uso individuale, e nei due giorni di ricovero successivi può vedere la puerpera solo per un'ora prima delle dimissioni. Nessun parente è ammesso per le visite. Per le donne che devono partorire e sono affette da Covid-19, nella Capitale è previsto che si rechino al Policlinico o al Gemelli ma il Fatebenefratelli ha comunque creato un percorso completamente separato, anche con barriere fisiche di cartongesso, nel caso in cui ci fosse l'urgenza di partorienti infette. "In condizioni di estremo stress la macchina organizzativa va molto più veloce del solito", racconta Antonio Ragusa, primario del reparto di Ostetricia del Fatebenefratelli, che è un ospedale 'No Covid'. "Offriamo un luogo sicuro per nascere. Abbiamo fatto trasferimenti di piano e aumentato in pochissimi giorni lo spazio tra le persone. Anche gli ambulatori sono stati spostati rapidamente. Le stanze che usiamo sono più ampie e areate, riceviamo una donna ogni 45 minuti per avere il tempo di sanificare ogni singolo oggetto dopo ogni visita. Quelle di ostetricia sono visite non differibili, le altre non urgenti le abbiamo rallentate, anche per le altre specializzazioni".

18:03 – Sospeso lo sbarco dei passeggeri della Costa Victoria

Sono state sospese al momento le operazioni di sbarco dei passeggeri della Costa Victoria, la grande nave da crociera ormeggiata da ieri al porto di Civitavecchia. Le operazioni, a quanto si è appreso da fonti del Comune, riprenderanno domani. Nel corso della giornata lo sbarco dei passeggeri è proceduto in modo ordinato. In un primo momento si era sperato di poter concludere l'operazione in giornata; poi i tempi si sono allungati per via dei controlli, e si è deciso di continuare domani. La nave è comunque attrezzata per ospitare senza difficoltà i suoi stessi passeggeri. Quelli che invece sono stati già fatti scendere sono stati accompagnati in pullman all'aeroporto di Fiumicino, dove ad attenderli c'erano dei ponti aerei aperti, per esempio con la Svizzera e la Spagna.

17:57 – Ordinanza regionale su gestione rifiuti durante emergenza sanitaria

L'Amministrazione regionale ha emanato un'ordinanza sulla gestione dei rifiuti urbani in virtù dell'emergenza sanitaria da Covid-19. Il nuovo provvedimento prevede il blocco della raccolta differenziata per le utenze con persone in isolamento per rischio contagio e l'obbligo di protezione per tutti gli operatori del settore, oltre alle modalità di gestione dei rifiuti da parte dei Comuni e di lavorazione negli impianti di trattamento. Gli enti locali potranno organizzare un circuito di raccolta separata dei rifiuti a rischio contaminazione, ma non ci saranno disagi perché sono già stati individuati gli impianti che tratteranno questi scarti in forma separata, seguendo un flusso di gestione autonomo e in piena sicurezza per la tutela di lavoratori e cittadini.

16:56 – Guarito uno dei 6 bimbi positivi al Bambino Gesù

“Guarito uno dei 6 bambini positivi. Gli altri 5 bambini positivi sono in buone e stabili condizioni". Lo rende noto l'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma sulla pagina Facebook 'Salute Lazio' dell'assessorato regionale alla Sanità.

15:59 – Vende mascherine artigianali: multato per 1.000 euro

Vendeva in un minimarket alla periferia di Roma mascherine in confezioni da 5 fatte in modo artigianale. Per questo un cittadino del Bangladesh è stato sanzionato ieri dalla polizia durante alcuni controlli a Tor Pignattara. Per l'uomo è scattata una multa di circa mille euro.

15:18 - Domani a Civitavecchia nave con 65 positivi

A Civitavecchia potrebbe arrivare domani la nave da crociera 'Costa Diadema', che ha a bordo 65 persone positive al coronavirus. Lo si apprende da fonti del Comune secondo cui, dal monitoraggio della rotta dell’imbarcazione, il suo arrivo sarebbe previsto per domani in giornata. La nave ha superato il Canale di Suez 3 o 4 giorni fa, e ha fatto sosta a Cipro dove è stato sbarcato un marittimo, positivo al test. Da giorni il sindaco Ernesto Tedesco esprime la sua contrarietà all'attracco nella sua città di navi da crociera, chiedendo di far arrivare solo navi merci, e con le dovute precauzioni.

15:02 - Salgono a 66 i positivi nel Reatino

La direzione generale dell’Asl di Rieti ha reso noto che nelle ultime ore si registrano 25 nuovi positivi al covid19 residenti nel Reatino, in particolare nei comuni di Rieti, Cantalice, Fara in Sabina, Frasso Sabino, Poggio Nativo, Casaprota, Poggio Mirteto, Poggio Moiano, Varco Sabino, Fiamignano, Borgorose. In provincia di Rieti salgono pertanto a 66 i casi accertati di coronavirus. Di questi, 42 soggetti sono in sorveglianza domiciliare presso il proprio domicilio, mentre 24 sono ricoverati presso l'ospedale de'Lellis di Rieti. Presso l'Unità di Malattie Infettive, riferisce ancora la Asl di Rieti, sono ricoverati inoltre 3 pazienti sospetti al Covid-19. Risultano in sorveglianza domiciliare 217 soggetti, 172 di questi sono asintomatici, mentre 45 sono sintomatici e pertanto sottoposti al test; 11 quelli usciti dalla sorveglianza domiciliare.

14:31 - Quinto caso riscontrato a Subiaco

Riscontrato un nuovo caso positivo al coronavirus a Subiaco, in provincia di Roma. Lo ha annunciato il sindaco, Francesco Pelliccia. Si tratta del quinto in paese. Il paziente è ora all'interno dell'Area Covid-19 dell'ospedale cittadino, in attesa di essere trasferito in una struttura specializzata. L'Asl Roma 5 ha già avviato i protocolli sanitari obbligatori e ha fatto sapere che le condizioni sono sotto controllo. 

14:06 - Costa Victoria, ancora a bordo i passeggeri

Sono ancora a bordo in attesa della "libera pratica sanitaria" i passeggeri della nave da crociera Costa Victoria, ormeggiata da ieri al porto di Civitavecchia, in provincia di Roma. Dalla nave è stata sbarcata giorni fa a Creta una passeggera risultata positiva al coronavirus. Sono scesi invece da un'altra nave sempre all'ancora a Civitavecchia, la Costa Pacifica, i passeggeri, che in attesa di poter tornare a casa sono stati trasferiti in un hotel di Roma. La nave è stata fatta attraccare a Civitavecchia per la vicinanza con l'aeroporto internazionale di Fiumicino.

13:46 - Detentuti Regina Coeli: "Doneremo denaro e sangue"

I detenuti del carcere romano di Regina Coeli, con una lettera, esprimono vicinanza a chi sta soffrendo e combattendo contro il coronavirus e annunciano la volontà di dare un aiuto concreto con una piccola somma di denaro e donando il sangue, visto il bisogno del momento. Lo riporta il sito del Ministero della Giustizia. I prigionieri hanno scritto: "Nel modo più semplice tendiamo una mano verso il prossimo, sebbene ognuno di noi ha potuto commettere errori, che portano alla privazione della libertà, assumendoci colpe e responsabilità, non rimaniamo indifferenti a questo dramma che sta mettendo in ginocchio non solo la nostra nazione ma il mondo intero. Con la nostra solidarietà intendiamo raccogliere una modesta somma di denaro per donarla. Inoltre, siamo a conoscenza che c'è urgente bisogno di sangue, e siamo disposti volontariamente a donarlo. Con questa nostra lettera, vorremmo dimostrare la nostra gratitudine verso i medici, infermieri, volontarie tutti coloro che stanno combattendo contro questo virus mettendo a rischio la propria vita a favore altrui".  

12:53 - Nel Lazio scatta la terza fase dell’emergenza covid19

Scatta nel Lazio la terza fase per l'emergenza Covid 19. Il Sistema sanitario regionale mette a disposizione 2 mila posti letto di degenza ordinaria e 450 posti di terapia intensiva di fatto raddoppiando il numero delle terapie intensive e andando oltre la previsione nazionale del 50%. "Gli ospedali HUB sono destinati a gestire i casi di maggior impegno clinico e assistenziale, gli ospedali SPOKE sono strutture destinate alla gestione di casi COVID-19 a minor impegno e collegati con l'HUB di riferimento per la consulenza infettivologica", annuncia l'Assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Sono state costituite 9 aree di afferenza".
"Rispetto ai livelli di intensità si fa riferimento al protocollo di gestione clinica dell'INMI Spallanzani. Gli ospedali SPOKE - conclude l'Assessore D'Amato - costituiscono al loro interno team multidisciplinari che operano in stretto raccordo con i team degli ospedali HUB. La terza fase prevede inoltre che l'Ares 118 adatti la propria rete alla rete COVID-19 differenziando al triage i pazienti sospetti nei diversi livelli di rete. La richiesta di trasferimento dei pazienti avviene tramite piattaforma dedicata gestita dall'Ares 118 con il coordinamento della task-force regionale. Sono ridefinite inoltre temporaneamente le reti tempo-dipendenti fino alla fine dell'emergenza. E' uno sforzo straordinario, ma indispensabile per garantire l'assistenza in questa fase di emergenza. Non bisogna abbassare la guardia". 

12:27 - Raggi: "In arrivo 300 nuovi agenti polizia locale"

Per rinforzare i controlli a Roma, la sindaca Virginia Raggi ha reso noto che sono "in arrivo 300 nuovi agenti della Polizia Locale di Roma Capitale. Le convocazioni avverranno nel rispetto delle normative vigenti. I nuovi agenti saranno operativi su strada in base alle necessità di ogni Municipio".  

12:26 - Campidoglio dona a Spallanzani 3.500 tute

Il Comune di Roma, tramite la Polizia Locale, ha donato allo Spallanzani 3.500 tute, destinate agli operatori dell'ospedale Covid-1 della città. La fornitura, a quanto si apprende, fa seguito ai contatti tra l’Istituto e la Polizia Locale, nel corso dei quali l'ospedale chiedeva di poter acquisire le tute monouso necessarie al personale sanitario per assistere i pazienti affetti da coronavirus.

11:53 - Spallanzani: 214 pazienti positivi ricoverati. Trend ricoveri in calo

"I pazienti covid 19 positivi sono in totale 214. Di questi, 24 pazienti necessitano di supporto respiratorio. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici". Lo riporta il bollettino di oggi dell’Istituto Spallanzani di Roma. "I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 114", aggiunge.
"Si conferma ulteriormente - prosegue il bollettino - il trend di diminuzione del numero di nuovi ricoveri presso lo Spallanzani e i suoi spoke, contemporaneamente all'aumento del numero di pazienti dimessi o trasferiti in strutture a bassa complessità assistenziale".
Infine, "da oggi, d'intesa con la direzione generale della Asl Roma 4, è attiva la clinica Madonna del Rosario di Civitavecchia che accoglierà pazienti Covid 19 positivi a bassa intensità assistenziale".

11:46 - Morto farmacista a Nettuno

Un altro farmacista è deceduto per l'epidemia da covid19: si tratta di Paolo D'Ambrogi, che esercitava nella sua parafarmacia di Nettuno. A darne notizia è il presidente della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), Paolo Mandelli. "Continuiamo a prestare la nostra opera sul territorio e nelle strutture del SSN - afferma - anche se ancora non siamo stati dotati di protezioni adeguate, così come gli altri professionisti della salute impegnati a contrastare l’emergenza. Abbiamo denunciato fin dall'inizio dell'epidemia che questa è un'esigenza prioritaria e ancora poche ore fa - prosegue Mandelli in una nota - lo abbiamo ripetuto con la massima chiarezza al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Capo della Protezione Civile e al Commissario straordinario per l'emergenza. Mi sembra evidente che, come abbiamo più volte sottolineato - conclude - si deve praticare il test per il contagio da virus SARS-CoV-2 ai farmacisti e a tutti i professionisti della salute”.

11:36 - Lettera Unità Crisi Lazio: “Controlli su case di riposo”

Lettera ai Prefetti e ai Comuni per i controlli a tappeto su case di riposo, secondo le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità per la prevenzione e il controllo dell’infezione da Sars-Cov-2 in strutture residenziali sociosanitarie”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio. Ieri è stata istituita peraltro la seconda zona rossa, a Nerola (in provincia di Roma), per 72 casi e due decessi avvenuti all’interno di una casa di riposo. Precedentemente, erano state isolate altre tre Rsa. 

11:06 - Stop tratta Civitavecchia-Barcellona: il commento del sindaco

"Avevamo richiamato l'attenzione sulla necessità di non pesare sul sistema sanitario del nostro territorio, gravato da numerose situazioni che stiamo monitorando con la massima attenzione”. Il sindaco di Civitavecchia, Ernesto tedesco, ha commentato così la sospensione del collegamento passeggeri con la Spagna. “Devo dire - ha aggiunto - che ho trovato nel ministro De Micheli grande disponibilità ed efficienza: ringrazio lei personalmente, ma mi corre anche l'obbligo di sottolineare il lavoro di squadra di queste ore, a partire dal comandante del Porto Vincenzo Leone, prezioso interlocutore della città in questa delicata fase. Ringraziamo inoltre il consigliere regionale Emiliano Minnucci e i consiglieri comunali che hanno contribuito a ottenere quello che è un successo a garanzia degli operatori portuali e del territorio tutto”.

10:52 - Raggi sullo stop della tassa occupazione suolo pubblico 2020

Tramite una diretta Facebook, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha reso noto che la Giunta da lei guidata sta "riflettendo sull'eliminazione della tassa sull'occupazione del suolo pubblico per il 2020. Questa estate se riusciremo a riprendere la nostra vita avremo voglia di incontrarci all'aperto, e noi vogliamo favorire chi vuole aggregare nelle piazze e nelle strade. Per questo vogliamo eliminare questa tassa per dare un sostegno alle imprese che vogliono aiutarci a rinascere".
La sindaca ha poi fatto il punto sui controlli in città: ”Stiamo stringendo un accordo con le guardie zoofile. Pensiamo di farci dare supporto su alcune vie come ad esempio la pista ciclabile di Monte Mario, una arteria della 'mobilità dolce' che mette peraltro in collegamento due poli sanitari importanti come il Gemelli e la Columbus, che è ospedale Covid. I controlli della polizia locale - ha detto - ci dicono che ormai ci si sposta per motivi lavorativi o per esigenze quotidiane e necessarie. Ricordo che stanno arrivando i termoscan nelle stazioni ferroviarie, come negli aeroporti”.
Infine, Raggi ha parlato delle sanificazioni delle strade: "Sono partite. Alcune testate affermano che sono pulite solo alcune strade. Non è solo Ama che se ne occupa, anche il Servizio giardini e anche Coldiretti, abbiamo inoltre altri soggetti con cui siamo in contatto. Per gradi - ha concluso la sindaca - riusciremo a fare tutto. È una città immensa, non si può fare tutto in un giorno”. 

10:06 - Crocifisso "miracoloso" trasportato a San Pietro

Il Crocifisso “miracoloso” della Chiesa di San Marcello al Corso, venerato lo scorso 15 marzo da Papa Francesco (FOTO), recatosi a piedi nel centro di Roma per pregare, verrà portato in Vaticano. Domani, alle 18, sarà posizionato in Piazza San Pietro per l’appuntamento di preghiera indetto dal pontefice nella speranza che cessi l’epidemia.
Il Crocifisso "miracoloso" è stato oggetto di profonda venerazione da parte dei fedeli di Roma sin dal 1519, quando rimase illeso nel grande incendio che colpì la chiesa nel cuore di Roma. Ma soprattutto a questa immagine, che fu portata nel 1522 in processione per tutti i rioni di Roma, venne attribuita la cessazione della peste. E da allora è venerato dai romani ed è invocato soprattutto per la cessazione delle epidemie.

9:31 - Raggi: "Dipendenti capitolini potranno lavorare in Protezione Civile"

"Coesione, collaborazione e solidarietà sono gli ingredienti per superare questa complicatissima fase. È con questo spirito che i dipendenti capitolini stanno affrontando l'emergenza coronavirus, dimostrando un impegno straordinario". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Ora hanno la possibilità di offrire un ulteriore contributo - aggiunge - tutti i nostri dipendenti potranno decidere di lasciare momentaneamente l'ufficio di appartenenza per lavorare per la Protezione Civile di Roma Capitale, che in questo momento ha bisogno di nuove energie. L'obiettivo è reperire nuovo personale volontario che affianchi operatori e volontari nell'assistenza ai cittadini. Ringrazio tutti i dipendenti comunali che stanno garantendo uno sforzo enorme e un grande senso di responsabilità”.

7.01 - Sospeso collegamento marittimo Civitavecchia - Bercellona

Da venerdì 27 marzo la tratta marittima tra Barcellona e Civitavecchia sarà sospesa ai passeggeri e dedicata al solo traffico merci. Lo comunica il Mit. Rientreranno dunque entro venerdì i 360 italiani rimasti in Spagna, con due navi passeggeri della Grimaldi Lines. "Ad organizzare le operazioni di rientro dei cittadini italiani nel porto di Civitavecchia, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Rientrati in Italia, i passeggeri dovranno allontanarsi dal porto con mezzi privati o con eventuali navette dedicate messe a disposizione dalla Capitaneria e dall'Autorità di Sistema Portuale di Civitavecchia. I passeggeri entreranno in quarantena appena sbarcati e inoltre, così come disposto dai decreti ministeriali, avranno l'obbligo di comunicare tempestivamente il proprio ingresso e sottoporsi alla sorveglianza sanitaria e all'isolamento fiduciario per 14 giorni".  

7.00 - Arrestata latitante durante controlli a Roma

Una donna di 38 anni, su cui pendeva un ordine di cattura emesso dalla Procura, è stata arrestata dalla polizia locale del gruppo Sicurezza Pubblica Emergenziale a Roma. La 38enne è stata fermata nell'ambito dei controlli disposti per il contenimento dell'emergenza coronavirus, a un posto di blocco all'uscita La Rustica del Grande raccordo anulare. Agli agenti ha esibito un'assicurazione falsa e intestata ad un prestanome, e ha inizialmente tentato di dissimulare la propria identità, che è stata poi accertata grazie a rilievi foto dattiloscopici. A carico della donna, oltre a numerosi procedimenti penali per reati predatori, anche l'accusa di evasione. A quanto riferito, era evasa dagli arresti domiciliari.  

Data ultima modifica 26 marzo 2020 ore 19:21

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"