Coronavirus Roma, lo Spallanzani: “Dimesse 316 persone”

Lazio

“I pazienti Covid-19 positivi sono in totale 120. Di questi 19 necessitano di supporto respiratorio. Il quadro clinico è stabile o in netto miglioramento per alcuni. I pazienti in osservazione sono 7", si legge nel bollettino medico di oggi 

Sono 120 i pazienti positivi al coronavirus ricoverati allo Spallanzani di Roma, 19 di loro hanno bisogno del supporto repiratorio, per alcuni di loro il quadro clinico è stabile o in netto miglioramento, questi i dati forniti dalla struttura nel bollettino di oggi. Invece ieri, dieci persone, tra docenti e dirigenti dell'istituto, sono stati denunciati dai carabinieri per aver organizzato una festa, con musica e barbecue, nel cortile di una scuola internazionale alla periferia di Roma. (LIVE

Il bollettino dello Spallanzani

"I pazienti dimessi, che hanno superato la fase clinica e che sono negativi per la ricerca dell'acido nucleico del nuovo coronavirus sono 316". È quanto emerge dal bollettino medico di oggi dell'ospedale Spallanzani di Roma. "In giornata – evidenziano i medici – sono previste ulteriori dimissioni di pazienti già negativi al primo test e comunque asintomatici. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, compresa la città militare della Cecchignola sono 32 a questa mattina". Mentre i “pazienti Covid-19 positivi sono in totale 120. Di questi 19 necessitano di supporto respiratorio. Il quadro clinico è stabile o in netto miglioramento per alcuni – prosegue il bollettino medico precisando che – I pazienti in osservazione sono 7". "Come si evince chiaramente dai numeri, in aumento ma ancora contenuti, lo Spallanzani oggi è Covid Hospital e quindi accoglie prevalentemente pazienti positivi dalle altre strutture ospedaliere e territoriali di riferimento della rete regionale".

I decessi e i contagiati nel Lazio

Nel Lazio i contagiati hanno superato quota 400. Sono 436 i casi positivi - secondo gli ultimi dati della Regione. Di questi, 142 sono in isolamento domiciliare, 223 ricoverati non in terapia intensiva, 31 i ricoverati in terapia intensiva, 16 i morti e 24 i guariti.

D'Amato: “Domani apre Covid Hospital 2”

"Domani parte il Covid-19 2 Hospital Columbus con 32 posti di malattie infettive e 21 di terapia intensiva. Sempre domani saranno attivi 26 posti di malattie infettive presso il Policlinico Umberto I struttura Eastman", ha detto l'assessore regionale alla Sanità, Alessio d'Amato, sulla pagina Facebook 'Salute Lazio'. I dati vengono considerati ancora "stabili" ma il Lazio di sta "attrezzando a scenari peggiori". Oltre all'apertura del Covid hospital 2 alla Columbus, l'assessore ha annunciato che sono in arrivo altri due Covid hospital: uno a Roma Sud e l'altro al Policlinico Tor Vergata dove, per realizzarlo, verrà svuotata un'intera torre. Un'operazione che porterà ad avere mille posti letto dedicati al nuovo coronavirus nella Capitale e 1500 complessivamente nella regione. "Registriamo un dato di 79 casi di positività, stabili rispetto al dato di ieri, ma ci stiamo comunque attrezzando a scenari peggiori con una fattibilità concreta e operativa di un Covid 3 Hospital di 80 posti letto (di cui 28 di terapia intensiva) a Roma Sud come 'spoke' dello Spallanzani e lo svuotamento di un'intera torre del Policlinico di Tor Vergata (Covid 4 Hospital) da attivare in pochi giorni ulteriori 80 posti ricollocando la Medicina interna in altre strutture ospedaliere che hanno dato la disponibilità", ha sottolineato D'Amato.

Aumentano i posti letto a disposizione

A Roma ci saranno un totale di mille posti letto dedicati al Covid-19 tra i 550 dei quattro Covid Hospital (Covid 1 allo Spallanzani con 257, Covid 2 alla Columbus 133, Covid 3 con 80 posti e Covid 4 al Policlinico Tor Vergata con 80 posti letto) a cui si aggiungono quelli della rete delle malattie infettive e della pneumologia. "Con i posti nelle province- ha spiegato l'assessore - arriviamo a una rete complessiva di circa 1.500 posti a disposizione dell'emergenza in tutta la Regione Lazio", ha detto l'assessore D'Amato. Intanto sono arrivate nella sede della Protezione civile regionale 600mila mascherine chirurgiche destinate alla rete sanitaria regionale. Saranno in custodia alla Protezione civile con sorveglianza h24 dell'Esercito.

Papa a piedi per Roma

Papa Francesco nel pomeriggio ha lasciato il Vaticano in forma privata e si è recato in visita alla Basilica di Santa Maria Maggiore, per rivolgere una preghiera alla Vergine, Salus populi Romani. Poi ha percorso un tratto di Via del Corso a piedi, come in pellegrinaggio, raggiungendo la chiesa di San Marcello al Corso per pregare per "la fine della pandemia", ha riferito il direttore della sala stampa vaticana, Matteo Bruni.

I controlli

"#coronavirus Rafforzati i controlli della Polizia Locale in tutta Roma. Tra venerdì e sabato ne sono stati effettuati circa 24mila. Particolare attenzione in parchi e mercati e nelle zone della movida. Rispettate le regole, restate a casa", ha scritto su Twitter la sindaca di Roma, Virginia Raggi. 

Completata la sanificazione delle scuole

Sono state completate le sanificazioni di tutte le strutture scolastiche gestite da Roma Capitale, oltre alle mense e ai mezzi di trasporto scolastici sotto la direzione capitolina. Le operazioni hanno interessato 212 asili nido capitolini e 318 scuole dell'infanzia capitoline, più 181 nidi in convenzione, 7 nidi in concessione e 4 nidi in finanza di progetto. "Con queste operazioni straordinarie abbiamo sanificato tutte le strutture educative e scolastiche, i mezzi di trasporto e le mense che gestiamo, sia in via diretta che indiretta, come Comune. Quando riprenderanno le attività, abbiamo già predisposto ulteriori sanificazioni straordinarie e dispenser di gel igienizzante per le mani all'ingresso delle mense. Ringrazio tutti coloro che stanno contribuendo a mettere in campo azioni per superare questo delicato momento", ha dichiarato la sindaca Virginia Raggi.  

Festa a scuola: denunciati professori e dirigenti

Hanno organizzato una festa, con musica e barbecue, nel cortile di una scuola internazionale alla periferia di Roma. Per questo dieci persone, tra docenti e dirigenti dell'istituto, sono stati denunciati dai carabinieri per violazione delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione di coronavirus. L'allarme è scattato ieri pomeriggio con molte chiamate arrivate ai carabinieri della stazione La Storta che segnalavano fumo, musica e schiamazzi provenire dal cortile di una scuola internazionale della zona. All'interno del cortile i carabinieri hanno trovato 17 persone tra dirigenti e insegnanti con i figli che stavano facendo un barbecue: 10 i denunciati.

Viola le prescrizioni per comprare una dose di cocaina

Una donna di 52 anni è stata denunciata per la violazione delle prescrizioni del Governo in via di Tor Cervara. Secondo quanto ricostruito, è uscita di casa per andare a comprare una dose di cocaina, ma è stata sorpresa dai carabinieri della compagnia Montesacro subito. Il pusher è riuscito a scappare.

Rinviato il processo per Virginia Raggi

È stato rinviato al prossimo 8 giugno il processo di Appello per la sindaca di Roma, Virginia Raggi, assolta in primo grado nel novembre del 2018 dall'accusa di falso nell'ambito del processo sulle nomine in Campidoglio. L'udienza, fissata per domani, è saltata per l'emergenza coronavirus.  

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24