Bar di fronte a Fontana di Trevi: "A chi proviene dalla Cina non è permesso entrare qui"

Lazio

Un cartello in cinese e in inglese è stato affisso davanti a un locale di fronte all'opera: “A causa delle disposizioni internazionali di sicurezza, a tutte le persone provenienti dalla Cina non è permesso di entrare in questo posto. Ci scusiamo per il problema” 

Un cartello scritto in cinese e in inglese è stato affisso questa mattina davanti ad un bar di fronte alla Fontana di Trevi, in via del Lavatore, accanto ad un hotel a Roma. Il messaggio è rivolto a chiunque provenga dalla Cina, per via del coronavirus (LE 10 COSE DA SAPERE - IL LIVEBLOG - LA SITUAZIONE A CIVITAVECCHIA). Il testo è il seguente: "A causa delle disposizioni internazionali di sicurezza, a tutte le persone provenienti dalla Cina non è permesso di entrare in questo posto. Ci scusiamo per il problema".

La sindaca Raggi: "Cartello ingiustificato, basta allarmismi"

Sull'episodio è intervenuta la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "Assolutamente ingiustificato il cartello comparso in un bar vicino Fontana di Trevi che vieta l'ingresso alle persone provenienti dalla Cina", scrive il primo cittadino capitolino su Twitter, che aggiunge: "Stop psicosi e allarmismi. Ascoltiamo solo indicazioni e pareri delle autorità sanitarie". Alla sindaca fa eco il prefetto di Roma Gerarda Pantalone: "Non ci sono motivi di tensione. Non creiamo allarmi inesistenti", ha detto il prefetto.

Roma: I più letti