Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Mostre a Roma: cosa fare nel weekend del 25-26 gennaio

I titoli di Sky Tg24 delle ore 13 del 24/1

5' di lettura

La mostra “Federico Fellini” è in programma alla Biblioteca Angelica fino al 28 febbraio. Il progetto si propone di raccontare l’uomo accanto all’artista attraverso una selezione di 30 immagini

Fino al 28 gennaio sarà allestita nell’ingresso di Palazzo Antici Mattei la mostra “La razza nemica. La propaganda antisemita nazista e fascista” curata dalla Fondazione Museo della Shoah di Roma.

Mostre ed eventi che inaugurano a Roma questa settimana

“Federico Fellini”

Inaugurata il 20 gennaio, la mostra “Federico Fellini” è in programma alla Biblioteca Angelica fino al 28 febbraio. Il progetto si propone di raccontare l’uomo accanto all’artista attraverso una selezione di 30 immagini provenienti dalla Fototeca Nazionale (Centro Sperimentale di Cinematografia).

“Gabriele Basilico. Metropoli”

Sarà inaugurata domani, sabato 25 gennaio (fino al 13 aprile), la mostra “Gabriele Basilico. Metropoli” al Palazzo delle Esposizioni.  Da Beirut a Milano, da Gerusalemme a Buenos Aires, tra analogie e differenze, il percorso - articolato in cinque grandi capitoli - rivela l’attenzione da sempre dimostrata dal fotografo nei confronti del paesaggio antropizzato, dello sviluppo e delle stratificazioni storiche delle città, delle periferie in trasformazione.

“Frammenti. Fotografie di Stefano Cigada”

La mostra “Frammenti. Fotografie di Stefano Cigada” - allestita al Museo di Roma fino al 15 marzo - è un viaggio nel tempo e nello spazio, attraverso l’archeologia. Vengono proposte 21 immagini nelle quali il fotografo supera l’immobilità delle statue antiche e le fa palpitare elevando il frammento a protagonista.

“La razza nemica. La propaganda antisemita nazista e fascista”

Inaugurata giovedì 23 gennaio, fino al 28 gennaio sarà allestita nell’ingresso di Palazzo Antici Mattei la mostra “La razza nemica. La propaganda antisemita nazista e fascista” curata dalla Fondazione Museo della Shoah di Roma. Inoltre, la Biblioteca ospiterà le fotografie di Pasquale Altieri e i lavori di Riszard Wasko, parte del progetto “Displaced” che il 27 gennaio coinvolgerà alcuni luoghi simbolici del ghetto ebraico.

Mostre ed eventi in corso a Roma a gennaio 2020

“Riscatti di città”

Riscatti di città” è in programma fino al 17 febbraio a Palazzo Merulana: tra fotografia, grafica, video e progetti architettonici realizzati e visionari, l’esposizione offre una panoramica sullo scenario urbanistico e architettonico di Roma per mezzo di un approccio multidisciplinare al fine di stimolare (anche con una serie di attività correlate) la discussione e il confronto sul tema della rigenerazione urbana.

“L’invisibilità non è un superpotere”

La mostra “L’invisibilità non è un superpotere” è in programma fino al 6 febbraio al WeGil: esposte 10 fotografie, scattate da Marzia Bianchi, e 10 radiografie (effettuate alle donne arrivate nei Pronto Soccorso) che raccontano il mondo di dolore e silenzio in cui vivono le donne vittime di violenza.

“Liao Pei. Liquid Shadow”

Fino al 6 marzo Visionarea Art Space ospita “Liao Pei. Liquid Shadow”, mostra che presenta una selezione di pitture a olio su tela realizzate nel corso del 2019 da una delle artiste cinesi più note a livello internazionale. Nelle opere, di grande impatto, Liao Pei dipinge volti, corpi, spiriti, fantasmi, anime che catturano lo spazio espositivo.

“An Iron Ring”

La mostra di Alessandro Valeri “An Iron Ring” sarà allestita al Maxxi fino al 26 gennaio. L’esposizione presenta fotografie, video e installazioni e chiude il percorso di ricerca artistica e personale iniziato da Valeri nel 2011, dopo la visita dell’orfanotrofio di Zippori, vicino Nazareth, un istituto che accoglie bambini di ogni religione e cultura.

“C’era una volta Sergio Leone”

C’era una volta Sergio Leone”, all’Ara Pacis fino al 3 maggio 2020, celebra uno dei miti del nostro cinema a 90 anni dalla nascita e a 30 dalla scomparsa: sei sezioni della mostra delineano l’universo creativo del regista attraverso modellini, scenografie, bozzetti, costumi, oggetti di scena, sequenze indimenticabili e fotografie; inoltre il pubblico potrà entrare nello studio di Leone, dove nascevano le idee per il suo cinema, con i suoi cimeli personali e la sua libreria.

Mostre da non perdere nel resto del Lazio

Celebrazioni ad Anzio per i 76 anni dello sbarco Alleati

Le celebrazioni andranno avanti fino a domenica 26 gennaio. “L’intero programma delle celebrazioni - afferma il sindaco, Candido De Angelis - ruota intorno a tre parole, che abbiamo voluto evidenziare sull’immagine ufficiale del 76/mo dello Sbarco: memoria, pace e giovani, che saranno protagonisti al cinema, nei luoghi dello Sbarco, nelle scuole, nelle mostre, negli incontri con i Veterani e nel conferimento del Premio per la Pace Città di Anzio al giornalista Paolo Borrometi”.

Eventi per bambini a Roma

“I Love Lego”

Fino al 19 aprile 2020, a Palazzo Bonaparte, è allestita la mostra “I Love Lego” per bambini e adulti di tutte le età. Ci saranno scenari minuziosamente riprodotti e ambienti realizzati in decine di metri quadrati con i mattoncini più famosi del mondo. Orario: dal lunedì al venerdì 9–19; sabato e domenica 9–21. Aperture straordinarie: lunedì 6 gennaio 9–21; domenica 12 aprile 9–21; Lunedì 13 aprile 9-21. 

“Ra-Ta-Ta-Ta, Bang-Bang, si gioca”

Sullo sfondo sembra di sentire l’eco di rulli di tamburi e squilli di tromba, dentro le mura dove armi e militari sono stati realmente presenti per secoli, tra aerei, navi, carri armati, fortini e, naturalmente, soldatini. In legno, stagno, piombo, gesso, cartapesta, cartone o semplicemente carta, per decenni hanno fatto compagnia ai bambini di tutto il mondo, quando a scandire i ritmi del gioco non c’erano ancora i videogame. Questa è l’atmosfera ricostruita della mostra “Ra-Ta-Ta-Ta, Bang-Bang, si gioca”, allestita a Roma, al Museo delle Mura, fino all’1 marzo 2020. Nelle torri dell’antica Porta di S. Sebastiano sono esposti 137 pezzi della collezione di giocattoli antichi di proprietà di Roma Capitale, per lo più riferibili alla cosiddetta “età d’oro” del giocattolo, cioè gli anni compresi tra il 1860 e il 1930.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"