Roma, omicidio Desirée: pusher incastrato per l'acquisto di un farmaco

Lazio

Nel corso delle indagini gli agenti hanno trovato la confezione di un medicinale, attraverso il codice identificativo sono risaliti alla farmacia che l'ha venduta e poi allo spacciatore 

Il pusher italiano, arrestato nell'ambito delle indagini sulla morte di Desiree Mariottini, è stato incastrato per l'acquisto di un farmaco poi utilizzato per la dose che ha ucciso la ragazza. Lo sottolinea Federfarma Roma che in una nota commenta: "L'arresto dello spacciatore è stato possibile grazie al sistema di tracciatura dei farmaci adottato dalle farmacie italiane -dichiara Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma - Questo sistema permette un controllo totale della filiera del farmaco e, in questo caso, è stato determinante nella cattura". Nel corso delle indagini, gli agenti della Squadra Mobile hanno trovato una confezione integra di un medicinale e attraverso il numero di targatura sono riusciti a risalire alla farmacia romana che l'aveva venduta e alla relativa ricetta, identificando il paziente: un 36enne romano incensurato. 

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.