Roma, crollo San Giuseppe dei Falegnami: indagati per disastro colposo

foto di archivio (ANSA)
1' di lettura

Il fatto risale al 30 agosto: crollò il soffitto senza vittime. Nel fascicolo iscritti Stefano Di Stefano e Gaetano Correra, titolari della ditta che vinse l'appalto per la ristrutturazione 

Due indagati per il crollo a Roma del tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, a pochi metri dal Campidoglio. Si tratta di Stefano Di Stefano e Gaetano Correra, titolari e direttori dei lavori della ditta che, nel 2015, si occupò di alcuni interventi di restaurazione al soffitto della chiesa.
L’accusa contestata dal procuratore aggiunto, Nunzia D’Elia, è crollo colposo.

Il crollo lo scorso 30 agosto

I fatti risalgono al 30 agosto scorso: nel primo pomeriggio il soffitto della cappella cinquecentesca si sgretolò, franando a terra. Il boato fu talmente forte che alcuni passanti pensarono addirittura a un attentato. La tragedia venne evitata solo per miracolo. Quella di San Giuseppe dei Falegnami, infatti, è una delle chiese più suggestive e richieste per i matrimoni.
Due giorni dopo il crollo si sarebbe dovuta svolgere lì una cerimonia nuziale con 150 invitati.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"