Elezioni, mappa voti per partito: trionfo M5s al Sud, Lega al Nord

Italia spaccata: exploit dei pentastellati nelle regioni meridionali, Lega fortissima in quelle settentrionali. Il Pd tiene in qualche roccaforte in Toscana ed Emilia Romagna. Ma non c'è una maggioranza certa. I RISULTATI - CREA LA TUA MAGGIORANZA
  • Il sud si tinge di giallo, il nord di verde. Anche la mappa della distribuzione dei voti partito per partito,nei collegi uninominali, parla di un’Italia spaccata in due, con l’exploit del Movimento 5 stelle al sud e la Lega fortissima al nord. Il Pd resiste solo in qualche roccaforte in Toscana e in Emilia Romagna - La mappa interattiva dei collegi uninominali
  • Al momento non c’è una maggioranza certa. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella dovrà decidere attraverso le consultazioni la possibilità di avere un governo sostenuto dal Parlamento. Secondo le proiezioni, alla Camera il M5s sarebbe il primo partito con 228 seggi, seguito da Lega (124) e Pd (109). Il “magic number” per la maggioranza è di 316 seggi - Crea la nuova maggioranza con il simulatore
  • Anche al Senato sarebbe il Movimento 5 stelle la forza con più seggi (113), con Lega, Pd e Forza Italia a seguire, tutte a stretto contato tra i 50 e i 60 deputati. Per una maggioranza certa al Senato servono 158 seggi - Elezioni 2018, lo speciale
  • Il Movimento 5 stelle è andato molto bene in tutta Italia e sarà il primo partito, ma il suo exploit è arrivato soprattutto grazie al risultato al sud, dove il giallo sulla mappa si fa più intenso. Nelle regioni meridionali il Movimento potrebbe fare incetta di seggi uninominali - Di Maio: "Aperti a confronto con altre forze politiche"
  • La Lega è diventata anche un partito del centro Italia, oltre che del nord. Il verde è più intenso nelle regioni più settentrionali, soprattutto in Lombardia e Veneto. Ma il Carroccio avanza anche in Emilia Romagna, tradizionale roccaforte del centrosinistra - Salvini: "Centrodestra ha vinto, può governare"
  • Il centrosinistra e il Pd patiscono anche al centro-sud. Nelle zone “rosse” dove è tradizionalmente più forte, il Pd soffre molto e perde anche diversi collegi in Emilia Romagna. L’unica vera roccaforte resta Firenze e dintorni, ma anche il Trentino grazie al traino di Svp - Martina: “Per il Pd è sconfitta molto chiara e netta”
  • Forza Italia esce abbastanza delusa dalla tornata elettorale, seconda forza del centro-destra dietro alla Lega. Il blu dei suoi voti è abbastanza sbiadito nei collegi in cui è stata divisa la Penisola. La migliore performance è comunque nelle regioni meridionali - L'ironia su Twitter dopo il voto. FOTO
  • In una grafica di YouTrend il voto ai principali schieramenti politici per numero di abitanti - Crea la nuova maggioranza con il simulatore