Coronavirus, in arrivo il nuovo decreto: stop a strette di mano, abbracci e manifestazioni

Politica

Nel provvedimento, integrato con le indicazioni del comitato tecnico scientifico voluto dal premier Conte, anche l’invito agli anziani a non frequentare luoghi affollati e indicazioni sull’igiene. Sul tavolo anche il nodo partite. Giovedì in Cdm la questione deficit

Niente abbracci, stop alle manifestazioni, limitazioni per gli anziani. Sono alcuni dei punti chiave del decreto del presidente del Consiglio dei ministri contenente le nuove misure sanitarie per fronteggiare l’emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI). L’ok al provvedimento, basato anche sulle proposte del comitato tecnico scientifico voluto dal premier Giuseppe Conte, dovrebbe arrivare oggi. È previsto invece per giovedì il Cdm che darà il via all'iter per la richiesta dello sforamento del deficit per 3,6 miliardi e per avviare l'esame del nuovo decreto con le misure economiche (OMS: NON È ANCORA PANDEMIA - LO SPECIALE - TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE - LA DIFFUSIONE GLOBALE IN UNA MAPPA ANIMATA).

Mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone

Il decreto avrà almeno 30 giorni di validità, ma le misure saranno rivalutate ogni due settimane. Tra le indicazioni del comitato, che potrebbero integrare quelle del Dpcm, quella di evitare le strette di mano, gli abbracci e in generale i contatti fisici ravvicinati e l’invito a mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone. Qualcuno, riporta il Corriere della Sera, aveva ipotizzato che la distanza potesse arrivare fino a due metri, ma questo avrebbe determinato la chiusura immediata di scuole, università e uffici pubblici. Nel decreto potrebbe esserci anche l’invito alle persone che hanno oltre 75 anni e quelle che ne hanno più di 65 e sono ammalate a non frequentare luoghi affollati (IL VIROLOGO: "LIMITARE I CONTATTI SOCIALI" - IL GARANTE: "STOP AGLI SCIOPERI DEL 9 MARZO").

L’annullamento di meeting e congressi

Stop quindi anche a meeting, congressi e manifestazioni, comprese quelle sportive, con le partite di calcio che potranno svolgersi solo a porte chiuse. Previsto anche il rinvio di tutti i convegni e congressi, in particolare di quelli che riguardano il personale sanitario e dei servizi di pubblica utilità, per renderlo disponibile per l'emergenza. Tuttavia, il comitato raccomanda poi ai Comuni e alle associazioni di offrire attività ricreative individuali, magari da svolgere all'aperto. (RINVIATA JUVE-MILAN DI COPPA ITALIA - RINVIATO IL VINITALY)

Le accortezze sull’igiene

Fra le raccomandazioni, anche quella di evitare monili mentre ci si lavano le mani, perché sono di ostacolo al corretto modo di farlo, e di evitare scambi di bottiglie e bicchieri, in particolare durante le attività sportive (REZZA A SKY TG24: "POTREBBERO SERVIRE ALTRE ZONE ROSSE - LE DIFFERENZE TRA L'INFLUENZA E IL COVID-19). 

Limitare il numero di persone nei pronto soccorso

Una delle proposte del comitato riguarda la limitazione della permanenza dei parenti di ammalati nelle sale di aspetto dei pronto soccorso e le visite dei familiari degli anziani ospiti nelle case di riposo. Infine, il governo mira anche a potenziare il sistema sanitario, con un aumento del 50% dei posti nelle terapie intensive, quelle più sotto pressione in emergenza coronavirus (OMS: "PIÙ DI 20 VACCINI IN FASE DI SVILUPPO").

Lo sforamento del deficit

Per quanto riguarda lo sforamento del deficit, la richiesta potrebbe arrivare venerdì in Parlamento. Un tema molto atteso dalle opposizioni, che si aspettavano di affrontarlo ieri nella riunione dei capigruppo, nella quale invece il premier e il ministro della salute Roberto Speranza hanno illustrato le nuove contromosse sanitarie. "Sul tema economico - ha detto il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari - ci sarà un terzo decreto, ci confronteremo su quello. Sul contenimento sanitario ovviamente siamo pronti a collaborare. Le misure economiche messe in campo finora sono emergenziali, ora serve un altro provvedimento". Delusa anche Forza Italia: "Ci aspettavamo di parlare di misure economiche - ha detto la capogruppo al Senato di FI, Anna Maria Bernini - invece ci hanno detto solo che ci saranno misure di contenimento sanitario. Noi aspettiamo il tavolo su quelle economiche. Il governo deve aprire tavoli, invece stasera non è stato affrontato il tema economico. Il governo non è ancora pronto al confronto".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.