Milano, Forza Nuova entra per la prima volta in istituzioni comunali

(Foto archivio Ansa)
3' di lettura

Roberta Perrone, ex capogruppo della Lega Nord nel Consiglio del Municipio 5, ha aderito al movimento di estrema destra: “È una realtà che si sposa con i miei ideali”. Anpi: “Grave, città è medaglia d’oro per la Resistenza”

Forza Nuova entra per la prima volta nelle istituzioni di Milano. Accade con il passaggio dell’ex capogruppo nel Consiglio del Municipio 5, Roberta Perrone, dalla Lega Nord alla formazione di estrema destra. Un fatto “grave e preoccupante” per l’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia), secondo cui FN “è in contrasto con i principi della Costituzione”.

Perrone: “Realtà politica che si sposa con i miei ideali”

L’annuncio arriva su Facebook direttamente dal movimento di estrema destra, che annuncia per sabato una conferenza stampa di Roberta Perrone e del segretario di Forza Nuova Roberto Fiore. "Questa decisione è il frutto del mio percorso politico e personale che nasce dal mondo del volontariato, di cui faccio parte da oltre 15 anni - ha dichiarato l’ex leghista - È proprio grazie alle attività portate avanti da Forza Nuova, con le sue associazioni satellite presenti sul territorio a sostegno degli italiani, che ho imparato a conoscere questa realtà politica. Realtà che si sposa perfettamente con i miei ideali legati all'impegno per una ricostruzione nazionale che restituisca dignità al nostro Paese e al popolo italiano, non tralasciando le nostre radici e valorizzando le nostre tradizioni".

Durantini: “Adesione storica”

Un’adesione, quella di Perrone, che Alfredo Durantini, segretario provinciale di Forza Nuova Milano, ha definito “di portata storica”: "La nostra attività politica costante e capillare nel Municipio, in una periferia molto difficile e segnata da un livello di degrado e di illegalità in larghissima parte causata dall'immigrazione non potrà che uscirne rafforzata da questa importante adesione: si tratta della prima volta che Forza Nuova a Milano ha un proprio rappresentante ufficiale".

Le critiche dell’Anpi

Ma la circostanza preoccupa il presidente dell'Anpi di Milano, Roberto Cenati, che ha parlato di una vicenda “grave” perché “la città è medaglia d'oro per la Resistenza". "Milano - ha sostenuto Cenati - è al centro del rifiorire di movimenti fascisti e questo ne è l'ennesimo esempio. Ricordo che Forza Nuova è in contrasto con i principi della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza e con le leggi Scelba e Mancino".

Leggi tutto
Prossimo articolo