Centrodestra: sarà Salvini a trattare su presidenze Camera e Senato

2' di lettura

Vertice notturno a Palazzo Grazioli tra i leader della coalizione. Berlusconi e Meloni hanno dato al segretario della Lega il mandato per trattare sui vertici di Montecitorio e Palazzo Madama con Pd e M5S. LO SPECIALE ELEZIONI

Si è svolto nella location di Palazzo Grazioli il primo vertice della coalizione di centrodestra dopo l’election day del 4 marzo scorso. Oltre al padrone di casa, Silvio Berlusconi, erano presenti anche il leader della Lega, Matto Salvini, e la maggior esponente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Proprio al segretario del Carroccio è stato dato l’incarico di incontrare il M5S e il Pd per cercare una soluzione per le presidenze di Camera e Senato, allo stesso tempo sarebbe stata esclusa ogni possibile alleanza per un governo con il Partito Democratico (LO SPECIALE ELEZIONI).

Il leader è Salvini

Da quanto si è appreso al termine dell’incontro, tutti i leader del centrodestra sono apparsi convinti di ricevere dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il mandato per tentare di formare una maggioranza. La stessa Giorgia Meloni avrebbe proposto a Matteo Salvini di candidarsi come presidente del Senato per agevolare il capo dello Stato a dare un mandato esplorativo proprio al leader leghista. La decisione di convocare una riunione aveva come primo obiettivo quello di mandare un segnale rassicurante sulla compattezza del centrodestra alla vigilia di appuntamenti importanti come la partita sulle presidenze delle Camere e poi le consultazioni al Quirinale, dove la coalizione andrà insieme proprio per non lasciare spazio a dubbi sulle singole intenzioni. Sulla presidenza delle Camere Salvini incontrerà ora sia M5S sia il Pd e poi tornerà ad incontrare gli alleati.

Elezioni politiche 2018, tutti i video

Leggi tutto
Prossimo articolo