Di Maio, nuovo appello per il governo: "Siamo pronti al confronto"

5' di lettura

Il leader del M5s cita l’auspicio del cardinale Bassetti della Cei. “Vogliamo rispettare il mandato che ci hanno affidato”, ha scritto. Anche Salvini annuncia: “Farò di tutto per fare il premier, ma senza scendere a patti”

“Abbiamo bisogno di un governo al servizio della gente”. Il leader del M5s Luigi Di Maio, con un post sul blog del Movimento, ha lanciato un nuovo appello per la formazione di un esecutivo (LO SPECIALE ELEZIONI) e lo ha fatto citando l’auspicio di ieri del presidente della Cei, il cardinale Angelo Bassetti. "Faremo tutto il possibile per rispettare il mandato che ci hanno affidato”, ha scritto Di Maio. Negli stessi minuti anche il segretario della Lega Salvini ha fatto un annuncio simile dicendo:  "Farò tutto quello che è umanamente possibile per rispettare il mandato che gli italiani ci hanno dato, ovvero di andare a fare il presidente del Consiglio".

L’appello di Di Maio

“Mi auguro che tutte le forze politiche abbiano coscienza delle aspettative degli italiani. Non abbiamo a cuore le poltrone ma che venga fatto ciò che i cittadini attendono da 30 anni”, ha scritto Di Maio. Il post prosegue con un’altra citazione, stavolta di Alcide De Gasperi: “Politica vuol dire realizzare”, scrive Di Maio. “Ed è a questo che tutte le forze politiche sono state chiamate dai cittadini con il voto del 4 marzo. Più precisamente a realizzare quello che anche nella dottrina sociale della Chiesa viene chiamato 'bene comune', che è ciò che noi in tutta la campagna elettorale abbiamo indicato come 'interesse dei cittadini’”. Il leader del M5s ha così accolto le parole pronunciate ieri da Assisi dal cardinal Bassetti. Il presidente della Cei aveva auspicato che il prossimo governo sia appunto "al servizio della gente".

Di Maio, reddito cittadinanza e manovra shock per lavoro 

"Abbiamo messo al primo posto la qualità della vita dei cittadini che vuol dire eliminazione della povertà (con la misura del Reddito di Cittadinanza che è presente in tutta Europa tranne che in Italia e in Grecia), una manovra fiscale shock per creare lavoro e finalmente un welfare alle famiglie per far ripartire la crescita demografica del nostro Paese”, ha proseguito Di Maio. “La nostra attenzione sarà massima anche su altri fronti come quello della lotta alla corruzione, dell'eliminazione della burocrazia inutile con 400 leggi da abolire, del rispetto dell’ambiente. Ho detto che noi siamo disponibili al confronto con tutti per far nascere il primo governo della Terza Repubblica. Questa occasione non può essere persa.

Salvini: “Farò di tutto per rispettare mandato premier”

Negli stessi minuti del post di Di Maio, anche l’altro grande vincitore delle elezioni, il segretario della Lega Matteo Salvini, ha annunciato: "Farò tutto quello che è umanamente possibile per rispettare il mandato che gli italiani ci hanno dato, ovvero di andare a fare il presidente del Consiglio, ma senza scendere a patti e rinnegare la nostra Bibbia che è il programma". Salvini, parlando alla scuola politica della Lega ha aggiunto: "Ho letto ipotesi astruse di governissimi, di governini, di passi di lato. C'è un programma scelto dagli italiani". Per le presidenze delle Camere, "penso che fare il contrario di quello che gli italiani hanno scelto la settimana scorsa sarebbe una follia, e ci sono due forze politiche che hanno vinto le elezioni, non è difficile capire con chi si ragionerà".

Leggi tutto
Prossimo articolo