Elezioni 2018, Meloni: "Mi vergogno di Gentiloni con Merkel"

Meloni mostra i posti rimasti vuoti di Berlusconi e Salvini durante la manifestazione "anti inciucio"
4' di lettura

In vista dell'Election day del 4 marzo, la leader di Fdi attacca il presidente del Consiglio: "Non difende gli italiani, la cancelliera fa gli interessi dei tedeschi". Poi sulla "manifestazione anti inciuci": "Salvini e Berlusconi assenti? Giudicheranno gli elettori"

"Mi sento di vergognarmi di un presidente del Consiglio che va dal capo di Stato di una nazione straniera a dirgli come voteranno gli italiani". Sono queste le parole di Giorgia Meloni sull’incontro tra il premier italiano Paolo Gentiloni e la cancelliera tedesca Angela Merkel. Un intervento che arriva direttamente dal teatro Adriano di Roma, dove si tiene la "manifestazione anti inciuci" promossa da Fratelli d’Italia (LO SPECIALE ELEZIONI). Proprio sull'iniziativa, la candidata alle elezioni del prossimo 4 marzo fa notare l’assenza degli alleati di centrodestra: "Non so perché abbiano deciso di non venire, giudicheranno gli italiani".

"Gentiloni non sta facendo il suo dovere"

Dopo aver espresso la sua "vergogna" per l’incontro tra Gentiloni e Merkel, Giorgia Meloni precisa:"La Merkel non fa gli interessi degli italiani né degli europei, ma dei tedeschi, e se lei dice a Gentiloni 'quanto sei bravo' vuol dire che lui non fa il suo dovere, ovvero difendere gli italiani. Ma alla fine la democrazia arriva".

"Con Gentiloni al Governo subito Ius soli"

Ai giornalisti che le chiedono sulle possibili aperture di Forza Italia nei confronti del centrosinistra in caso di mancata maggioranza alle elezioni, Meloni risponde: "Se Gentiloni andasse al governo la prima legge che farebbe sarebbe lo Ius soli. Lavoriamo perché il centrodestra abbia una maggioranza tale da lavorare in modo autonomo. No a un Gentiloni bis".

"Governo Monti fu colpo di stato, ma Gentiloni li supera tutti"

Dopo aver criticato il presidente Gentiloni e la possibilità di un suo nuovo governo, Meloni torna su quello di Mario Monti: "Fu frutto di un colpo di Stato con la complicità del presidente della Repubblica Napolitano per rimuovere un governo fastidioso e sostituirlo con un governo fantoccio. Sono stati governi non scelti dagli italiani. Il governo Letta è del Pd con esponenti di Fi che vedeva insieme gente che fino a poco prima si era fatta la guerra. Non parliamo del governo Renzi, mai votato da nessuno. Il governo Gentiloni li ha superati tutti, fatto contro il volere dei cittadini: ci siamo tenuti un anno e mezzo del governo Gentiloni nominato in teoria per approvare la legge elettorale, che è stata votata in tre giorni. Intanto ha fatto tante altre cose e non per gli interessi degli italiani". "Ora serve un governo di patrioti fatto per difendere gli interessi della nazione e voluto dagli elettori", dichiara la leader di Fdi.

Berlusconi dica chi è il candidato di Forza Italia

Infine, Giorgia Meloni parla anche dei suoi alleati di centrodestra, assenti alla manifestazione da lei organizzata: "Questa manifestazione è dannosa se vuoi fare l'inciucio, Salvini e Berlusconi non sono venuti, saranno gli italiani a giudicare". Poi ancora sul leader di Forza Italia: "Berlusconi non mi ha detto chi è il candidato premier del suo partito e non mi interessa, ma è elemento di chiarezza dirlo agli elettori e noi anche in questo siamo stati chiari".

Leggi tutto
Prossimo articolo