Prende il via il progetto Caritas "Adotta una famiglia"

Umbria
85ea69304be2ab4581e8cfd165f7e0a4

Una nuova iniziativa che coinvolgerà 50 nuclei familiari

(ANSA) - PERUGIA, 27 MAR - Dopo la positiva esperienza della campagna "Adotta un affitto", la Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve, promuove, a partire dell'imminente Settimana Santa, il nuovo progetto denominato "Adotta una famiglia".
    Le continue e crescenti richieste di aiuto registrate dal centro di ascolto della Caritas diocesana (in media al giorno vi accedono tra i 22 e le 27 nuclei familiari), sono la cifra della fragilità che caratterizza sempre più famiglie della nostra diocesi, delineando i tratti di una vera emergenza sociale.
    Consapevoli e preoccupati da questa emergenza in atto, il direttore della Caritas don Marco Briziarelli e il dott.
    Giancarlo Paola, hanno delineato insieme i tratti distintivi di questa iniziativa con l'obiettivo di stimolare una risposta solidale e partecipata della comunità, capace di tradursi in un impegno di adozione di una famiglia per un anno.
    "Adotta una famiglia" inizierà il primo aprile, giorno del Giovedì Santo. In questa prima fase sperimentale il progetto intende aiutare 50 famiglie in difficoltà residenti nel territorio diocesano. E' richiesto un impegno morale - spiega la Caritas - a sostenere una famiglia per un anno attraverso uno dei seguenti piani di adozione.
    - Persone fisiche: Piano di adozione A: 150 euro al mese per il sostegno al pagamento delle utenze domestiche; Piano di adozione B: 250 euro al mese per il sostegno al pagamento del canone di locazione o del mutuo; Piano di adozione C: 400 euro al mese per il sostegno alle utenze e all'affitto.
    - Aziende: Piano di adozione D: 500 euro al mese per il sostegno alle utenze, all'affitto o del mutuo e alle spese straordinarie.
    Le famiglie saranno individuate dal centro di ascolto diocesano, che oltre a curare la relazione con i donatori, redigerà un patto ed un progetto personalizzato con le stesse finalizzato all'avvio di un percorso di accompagnamento verso una nuova autonomia.
    Per aderire bisogna inviare una e-mail a: adottaunafamiglia@caritasperugia.it "Il sostegno - sottolinea la Caritas - può anche essere fatto in gruppo (parenti, colleghi di lavoro, amici) e quindi avere un minor impatto economico per il donatore". (ANSA).
   

Perugia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24