Crisi Umbria Tpl e Mobilità, 4 indagati

Umbria
@ANSA
db4c964610b8eac5648d3c94443c7100

Gdf sequestra beni per un valore complessivo di oltre 8 milioni

(ANSA) - PERUGIA, 22 NOV - È in corso di svolgimento, da parte dei militari del comando provinciale della guardia di finanza di Perugia, il sequestro di beni per un valore complessivo superiore agli 8 milioni di euro nei confronti dei componenti di una presunta associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, all'induzione indebita a dare o promettere utilità ed alla bancarotta fraudolenta, ritenuta responsabile della grave crisi finanziaria che ha recentemente colpito Umbria Tpl E Mobilità.
    Sono quattro i destinatari del provvedimento, individuati tra coloro che hanno rivestito ruoli chiave all'interno della società umbra e di due società consortili della Capitale, che gestiscono, tuttora, parte del trasporto pubblico romano. Lo stesso settore in cui Umbria Tpl E Mobilità si è trovata catapultata nel 2010, per effetto dell'eredità ricevuta dall'allora Azienda Perugina della mobilità (Apm).
    Il sequestro odierno, accompagnato dai connessi avvisi di garanzia, rappresenta l'epilogo di una complessa ed articolata indagine.
   

Perugia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.