Sopralluogo Sappe nel carcere di Capanne

Umbria
perugia

"A Roma e Firenze siano più vicini a polizia penitenziaria"

(ANSA) - PERUGIA, 4 SET - Il Sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe, con una delegazione guidata dal segretario generale Donato Capece e composta tra gli altri anche dal segretario nazionale per l'Umbria Fabrizio Bonino, ha svolto un sopralluogo nel carcere di Capanne "per constatare - spiega Capece - le condizioni operative della polizia penitenziaria e lo stato dei vari posti di servizio alla luce degli ultimi gravi eventi accaduti tra le sbarre".
    "In pochi giorni a Perugia - ricorda - abbiamo avuto rivolte, risse, aggressioni e persino il suicidio di un detenuto, che qualcuno ha avuto il barbaro coraggio di strumentalizzare a danno della polizia penitenziaria".
    "In una regione affollata da 1.461 detenuti complessivi in tre penitenziari, Capanne vede 395 ristretti - continua la nota - presenti nella casa circondariale".
    "E' ora che a Roma e a Firenze si sveglino dal torpore e siano più vicini e sensibili alle esigenze della polizia penitenziaria di Capanne e dell'Umbria", sottolinea Bonino.
   

Perugia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.