Termini Imerese, abusa di due colleghe di lavoro: condannato

Sicilia
©LaPresse

Le due vittime hanno raccontato anni di soprusi e continue richieste che hanno vissuto nel silenzio e nella vergogna. L'aggressore era un collega che svolgeva le loro stesse mansioni

A Cefalù, nel Palermitano, un uomo è stato condannato dal Tribunale di Termini Imerese, a quattro anni di reclusione per abusi sessuali, minacce e calunnie nei confronti di due colleghe di lavoro. Le violenze sarebbero andate avanti per tre anni. Alla fine le donne, che si sono costituire parte civile, si sono decise a denunciare.

La vicenda

Da quanto ricostruito, il dipendente (che farà appello) avrebbe palpeggiato e preteso rapporti sessuali. Le due vittime hanno raccontato anni di soprusi e continue richieste che hanno vissuto nel silenzio e nella vergogna. L'aggressore era un collega che svolgeva le loro stesse mansioni. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24