Palermo, prende reddito cittadinanza ma ha il figlio detenuto in inchiesta Dda: denunciata

Sicilia
©IPA/Fotogramma

Nella domanda per ottenere il sussidio non aveva segnalato che il figlio era detenuto in un’inchiesta del 2019 per estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di locali notturni di città e provincia. Nel frattempo la donna ha incassato circa 18mila euro

Nella domanda per ottenere il reddito di cittadinanza non aveva segnalato che il figlio era detenuto nell'ambito di un'inchiesta del 2019 della Dda di Palermo per estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di locali notturni di città e provincia.

La scoperta

A scoprire l'omissione della signora, che intanto ha incassato circa 18mila euro di sussidio, è stata la guardia di finanza della compagnia di Bagheria che ha denunciato la donna alla procura di Termini Imerese. Le Fiamme Gialle hanno segnalato l'irregolarità all'Inps per la sospensione del beneficio e per il recupero coattivo delle somme indebitamente percepite.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24