Catania, residenza fittizia in Svizzera ed evasione fisco su 9 milioni

Sicilia
©Fotogramma

Sono le accuse mosse dalla guardia di finanza a un imprenditore del settore immobiliare e alla moglie

Avrebbero trasferito la residenza in Svizzera per usufruire di una minore tassazione su investimenti e attività finanziarie, evadendo così il fisco su circa nove milioni di euro tra investimenti bancari, conti corrente e depositi titoli e su un immobile dal valore di 560mila euro. È l'accusa contestata dalla guardia di finanza del comando provinciale di Catania a un imprenditore del settore immobiliare e alla moglie.

Le indagini

Da indagini della Tenenza di Acireale, svolta anche tramite accertamenti bancari, è emerso che dal 2014, anno del trasferimento formale all'estero, in realtà i coniugi hanno continuato a risiedere in Italia, dove si trova la gran parte dei propri interessi personali ed economici, come la famiglia, diversi immobili, la disponibilità di auto e le società coamministrate con i figli. Le contestazioni mosse dai militari prevedono, al termine del procedimento, oltre all'imposizione secondo le aliquote di legge, l'applicazione delle relative sanzioni, tra cui quella che va dal 6 al 30% delle sostanze non dichiarate.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.