Nubifragio e tromba d'aria tra Ramacca e Scordia: sommozzatori in azione. Nessun ferito

Sicilia
Vigili del Fuoco - Twitter

I vigili del fuoco hanno soccorso due persone, rimaste bloccate nelle loro auto travolte dall'acqua, mentre le forti raffiche di vento hanno scoperchiato una casa di riposo: tutti gli anziani sono stati portati in salvo dal personale della struttura. Maltempo anche nell'Acese

Pochi giorni dopo il violento nubifragio che ha allagato Palermo, una bomba d’acqua si è abbattuta nel pomeriggio in provincia di Catania. La zona più colpita è stata quella tra Ramacca e Scordia, attraversata anche da una tromba d'aria. Proprio a Ramacca, le forti raffiche di vento hanno scoperchiato una casa di riposo, con gli anziani messi in salvo dal personale della struttura, e divelto diversi alberi, sollevando la pavimentazione che copriva le radici.

Due persone tratte in salvo a Scordia

A Scordia, invece, le strade si sono trasformate in vorticosi torrenti per via della quantità di acqua caduta al suolo. Due persone sono state soccorse e messe in salvo, in altrettanti interventi, dai vigili del fuoco e dai sommozzatori: la prima era rimasta intrappolata all'interno della sua auto in una discesa, mentre la seconda - un anziano - era riuscita a liberarsi e a salire sul tetto della propria vettura. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e volontari e personale medico del 118.

Danni causati dal maltempo - Vigili del Fuoco

Temporali anche sulla zona Ionica

Violenti temporali si sono registrati anche in altre aree del Catanese, come la zona Ionica. Nell'Acese, i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per allagamenti e alberi divelti. Nonostante i danni e la grande paura, non si hanno notizie di feriti in nessuno dei Comuni colpiti dal maltempo.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24