Siracusa, finto pacco bomba nel palazzo dell’ex convivente: arrestato

Sicilia
©Ansa

Il fatto è accaduto lo scorso 5 luglio. In manette un 41enne, accusato di atti persecutori nei confronti della sua ex convivente e dei suoi familiari. Oltre al finto ordigno, in passato avrebbe inviato alla sua vittima innumerevoli messaggi a contenuto aggressivo e minacciata più volte

A Siracusa, un 41enne è stato arrestato dalla polizia in esecuzione di un'ordinanza del Gip per atti persecutori nei confronti della sua ex convivente e dei suoi familiari. Lo scorso 5 luglio, l’uomo aveva posizionato dietro la porta di ingresso di un appartamento un finto pacco bomba - una scatola di scarpe, dal quale fuoriusciva un cavo elettrico - per minacciare l'ex compagna, creando allarme nella palazzina dove la donna vive. Dopo aver fatto evacuare in via precauzionale lo stabile, il nucleo artificieri della Questura di Catania ha fatto brillare il pacco, scoprendo che si trattava di un finto ordigno.

Le indagini

Stando a quanto emerso dalle indagini, questo sarebbe stato l’ultimo gesto “punitivo” messo in atto dal 41enne contro la donna: in passato, l’uomo avrebbe infatti inviato "innumerevoli messaggi a contenuto aggressivo, depositato sul parabrezza dell'autovettura in uso all'ex convivente una bottiglia contenente liquido infiammabile e si sarebbe appostato davanti il luogo di lavoro della donna, minacciando ed inseguendo lei e i parenti". 

Dopo il finto ordigno, gli investigatori hanno eseguito una perquisizione domiciliare nella casa del 41enne trovando all'interno del garage materiale simile a quello utilizzato per comporre il pacco bomba: sia le scarpe riconducibili alla scatola trovata, che lo stesso particolare cavo elettrico.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24