Finge rapimento per uscire con il fidanzato: denunciata nel Catanese

Sicilia

Il racconto della 16enne, che ha affermato di essere stata sequestrata e poi rilasciata da tre uomini che, non ha convinto gli investigatori e quando le hanno detto che avrebbero visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza la ragazza ha raccontato la verità

Ha detto ai genitori che la sera non sarebbe rientrata a casa perché avrebbe trascorso la notte da un'amica, ma in realtà era la scusa per coprire il vero motivo della sua uscita: stare in libertà con il fidanzato. Ma quando mamma e papà hanno scoperto che la loro figlia non era dall'amica del cuore, la 16enne è tornata a casa e, cercando di coprire la veloce 'fuitina', ha detto di essere stata sequestrata da tre uomini che l'avevano costretta a salire su un'auto e che l'avrebbero poi rilasciata. Un racconto che non ha convinto i carabinieri di Castel di Judica, nel Catanese, che hanno avviato le indagini. Quando i militari dell'Arma le hanno annunciato che avrebbero visionato i filmati della telecamere di sorveglianza la ragazza è crollata, e in lacrime ha raccontato la verità davanti ai genitori rimasti allibiti. La 16enne è stata denunciata per simulazione di reato. Del caso si occuperà la Procura per i minorenni dei Catania.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.