Crollo abitazione a Caltagirone, s'indaga per disastro colposo

Sicilia

Ieri sera il solaio di una casa disabitata in pieno centro ha ceduto, causando lievi escoriazioni a una coppia che si trovava sul terrazzo di un palazzo vicino. Il procuratore ha inoltre disposto il sequestro dell'immobile e di quelli attigui. Una trentina gli sfollati

A Caltagirone, nel centro storico della città in provincia di Catania, ieri sera è crollato il solaio di una casa disabitata. Due persone che si trovavano sul terrazzo di un palazzo vicino sono state messe in sicurezza dai vigili del fuoco. Si tratta di una coppia di coniugi, che ha riportato delle lievi escoriazioni. Sul posto sono intervenuti anche il 118, carabinieri e polizia.
A seguito dell'accaduto, il procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, ha aperto un'inchiesta per disastro colposo, al momento senza indagati, e ha disposto il sequestro dell'immobile - per capire le cause che hanno provocato la sua distruzione - e di quelli attigui, fino a quando non saranno dichiarati agibili.

Sfollate 18 famiglie

Sono diciotto famiglie - circa 30 persone - le famiglie sfollate a causa del crollo. Alcune hanno trovato una soluzione personale, altre invece sono ospitate, a spese del Comune, nell'Hotel Villa Sturzo, dove ieri sera sono stati assistiti anche dal sindaco, Gino Ippolo, e dal vescovo di Caltagirone, Calogero Peri. Inoltre, l'amministrazione comunale ha fatto sapere che avvierà dei sopralluoghi e ha annunciato che chiederà l'intervento della protezione civile della Regione Siciliana e Nazionale.

Le parole del procuratore

Il procuratore Verzera ha voluto, poi, ringraziare i soccorritori, prontamente intervenuti, e il sindaco Ioppolo: "Due persone che erano nella casa attigua a quella crollata sono state soccorse e messe in salvo dai vigili del fuoco, che sono un corpo d'eccellenza a cui tutti dobbiamo essere grati. Ringrazio anche il sindaco Ioppolo che ieri sera si è recato subito sul posto e si è immediatamente attivato per trovare un degno alloggio alle persone che erano rimaste senza casa", le sue parole.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.