Usura, due anziani fratelli fermati a Canicattì

Sicilia
Foto di Archivio (ANSA)

Su un prestito di 25mila euro concesso nel 2016 a un imprenditore edile del posto, dopo aver già ottenuto 80mila euro, pretendevano ancora denaro dietro gravi minacce

A Canicattì, in provincia di Agrigento, carabinieri e polizia hanno sottoposto a fermo due fratelli - A.M. e G.M. rispettivamente di 69 e 63 anni - accusati in concorso di estorsione aggravata e usura. I due sono attualmente imputati ad Agrigento in un altro procedimento per associazione per delinquere finalizzata all'usura e all'estorsione.

La ricostruzione dei fatti

Su un prestito di 25mila euro concesso nel 2016 a un imprenditore edile del posto (dietro la promessa di restituzione di 2.500 euro mensili, imputabili quali interessi, senza che venisse fissato un termine per la restituzione del capitale), dopo aver già ottenuto 80mila euro, pretendevano ancora 40mila euro dietro gravi minacce. L'indagine è nata da una denuncia presentata dall'uomo nel febbraio del 2018. L'imprenditore, che nel frattempo era fuggito terrorizzato al nord con tutta la sua famiglia, non riuscendo più ad assecondare le richieste di denaro dei due fratelli, si era infatti rivolto alle forze dell'ordine che hanno indagato con pedinamenti, perquisizioni e intercettazioni.

Patronaggio: "In pochi denunciano"

Sulla vicenda è intervenuto il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio: "La Sicilia ha un indice rischio di usura pari al 78 %, ci sono province - fra cui quella di Agrigento - che vengono colpite in maniera allarmante. Ma ci sono paesi della provincia - come Canicattì e Licata ad esempio - che vengono colpiti in maniera ancora più allarmante. A fronte di questi dati, negli ultimi 5 anni in questa Procura, si sono registrati soltanto 33 processi per usura a carico di noti e 45 a carico di ignoti. Sono numeri assolutamente ridicoli e questo perché sono pochi quelli che denunciano", le sue parole.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24