Mafia, sequestrati beni per 120mila euro nell'Agrigentino

Sicilia
Foto di Archivio

I beni sono stati requisiti ad Antonino Grimaldi, 52 anni, al momento detenuto dal maggio 2016 per il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso

In esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Palermo, la polizia ha sequestrato un fabbricato, adibito a magazzino, e 10 ettari di terreno, di cui un appezzamento con circa 4.000 piante di ulivo per un valore di mercato di circa 120mila euro. Il sequestro è stato attuato a Cattolica Eraclea e a Bivona (entrambe in provincia di Agrigento) nei confronti di Antonino Grimaldi, 52 anni, al momento detenuto dal maggio 2016 per il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso. Secondo l'accusa, ha svolto "funzioni di raccordo e collegamento tra Pietro Campo, che è un appartenente alla famiglia mafiosa di Santa Margherita Belice, e altre famiglie mafiose del territorio Agrigentino".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24