Catania, lavorano come parrucchieri mentre hanno il reddito di cittadinanza: due denunce

Sicilia

Uno dei due è accusato anche di sfruttamento del lavoro perché è emerso che un dipendente lavorava oltre dieci ore al giorno con una paga di un euro all'ora mentre l'altro, minorenne, veniva retribuito solo con un pasto al giorno

Denunciati due coniugi a Catania, accusati di truffa allo Stato: secondo le accuse gestivano abusivamente un negozio di parrucchieri nonostante percepissero i sussidi previsti dal Rei e dal reddito di cittadinanza. La coppia è stata scoperta dagli agenti del commissariato Librino. Uno dei due è stato denunciato anche per sfruttamento del lavoro perché è emerso che un dipendente lavorava oltre dieci ore al giorno con una paga di un euro all'ora mentre l'altro, minorenne, veniva retribuito soltanto con un pasto al giorno, un panino o una porzione di pasta al forno.

I più letti