Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Mostre a Palermo: cosa fare nel weekend del 29-30 giugno

I titoli di Sky TG24 delle ore 13 del 28/6

7' di lettura

Un viaggio multisensoriale alla scoperta dei tesori nascosti di Palermo: si terrà da venerdì 28 a domenica 30 giugno “Palermo Culture Sound”, un fine settimana tra musica, arte e bellezza. Diverse le esposizioni dedicate all’arte e alla fotografia

Un weekend da vivere by night immersi nei tesori del Chiostro di Santa Maria Nuova di Monreale, del Museo Archeologico Nazionale e dell’Orto Botanico. Dal 28 al 30 giugno i partecipanti a “Palermo Culture Sound” saranno liberi di visitare alcuni dei luoghi più suggestivi della città al chiaro di Luna. Inaugurate sabato scorso, continuano le esposizioni "Soggetto nomade”, presso il Centro Internazionale di Fotografia e “Aurora Hora”, a Villa Zito.

Mostre che inaugurano a Palermo questa settimana

"Palermo Culture Night" - Chiostro di Santa Maria Nuova, MAN, Orto Botanico

Un viaggio multisensoriale notturno alla scoperta dei tesori nascosti di Palermo: si terrà da venerdì 28 a domenica 30 giugno “Palermo Culture Sound”, un fine settimana tra musica, arte e bellezza che si articolerà in tre diversi luoghi del capoluogo siciliano. I visitatori, attraverso delle cuffie wireless luminose, potranno muoversi liberamente tra le colonne intarsiate del Chiostro di Santa Maria Nuova di Monreale, le ricche sale del Museo Archeologico Nazionale e i percorsi dell'Orto Botanico dell’Università degli Studi di Palermo. Nelle cuffie, una guida racconterà la storia e gli aneddoti legati a questi luoghi.

Mostre ed eventi in corso a Palermo a giugno 2019

"Soggetto nomade" – Centro Internazionale di Fotografia

Gli anni Sessanta e Ottanta, il ventennio cruciale della storia e del costume italiani, sono raccontati dal punto di vista femminile da cinque grandi fotoreporter nella mostra "Soggetto nomade", inaugurata sabato 22 giugno al Centro Internazionale di Fotografia di Palermo, diretto da Letizia Battaglia. L'esposizione, curata da Cristiana Perrella ed Elena Magini, propone cento scatti di Paola Agosti, Letizia Battaglia, Lisetta Carmi, Elisabetta Catalano e Marialba Russo, e coglie da prospettive diverse una soggettività femminile vissuta, rappresentata e interpretata in un periodo di grandi cambiamenti sociali.

"Aurea Hora" – Villa Zito

Una mostra di tele e installazioni di Francesco De Grandi è il nuovo evento della rassegna "Incursioni contemporanee", dedicata alla contaminazione tra le collezioni pittoriche della Fondazione Sicilia e i linguaggi dell'arte di oggi. Le esposizioni sono curate da Sergio Trosi. "Aurea Hora” ed evocano il momento in cui significati latenti o usurati si risvegliano e toccano la coscienza. Attorno ai soggetti viene svolta un'opera di costruzione simbolica sul filo di un dialogo con la collezione di Villa Zito, tramite i paesaggi di Francesco Lojacono, con i tagli di luce di Luca Giordano o con le atmosfere di Mattia Preti.

"Frida Kahlo. I colori dell'anima" - Palazzo Zingone Trabia

Una mostra che è grande omaggio a una tra le artiste più amate di tutti i tempi. "Frida Kahlo - I colori dell’anima" è la prima mostra in Sicilia dedicata alla grande artista messicana. Nel grande progetto espositivo trovano posto oltre settanta scatti, in parte inediti, di Leo Matiz, fotografo colombiano, che ha realizzato intensi ritratti di Frida intorno agli anni Quaranta. Presente al vernissage Alejandra Matiz, figlia di Leo e presidente della Fondazione a lui dedicata che, racconterà il rapporto tra Frida e suo padre. La mostra rimarrà aperta fino al 29 settembre.
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 20, sabato e domenica dalle 9.30 alle 21.

"Anaqronías. Un'interpretazione fotografica cervantina" – Istituto Cervantes

L’Instituto Cervantes di Palermo accoglie la mostra "Anaqronías. Un'interpretazione fotografica cervantina". L’esposizione si inserisce in una nuova linea tematica inaugurata dall’Instituto Cervantes nel 2019, "La valigia della Vucciria", volta a realizzare mostre di piccolo formato, ma con alla base una ricerca elaborata e rigorosa, per meglio indagare il rapporto tra letteratura e arti plastiche. La mostra, visitabile fino al 31 luglio, affronta la doppia sfida di misurarsi, da un lato, con il romanzo più importante di tutti i tempi e, dall’altro, regala un nuovo protagonismo a quelle donne che hanno aspettato pazientemente più di 400 anni per riemergere dalle pagine del capolavoro di Miguel de Cervantes.
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14.30.

"Castrum Superius. Il Palazzo dei Re Normanni" - Palazzo Reale

È considerato il più ardito e complesso progetto di tutto il Medioevo nel Mediterraneo. Una grande mostra ripercorre finalmente le vicende del Palazzo Reale di Palermo, il Castrum Superius, contrapposto un tempo al Castrum Inferius (Castello a mare). "Castrum Superius. Il Palazzo dei Re Normanni" ricostruisce la fisionomia medievale del Palazzo Reale e della Cappella Palatina, dalle prime fasi costruttive sino al tramonto del Regno normanno. La mostra approfondisce, attraverso documenti e reperti dell’epoca provenienti da importanti Istituzioni regionali e nazionali, la storia del Palazzo Reale, delle sue funzioni militari, residenziali e delle sue fabbriche.
Orari: dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 17.40, domenica e festivi dalle ore 8.15 alle 13.

Mostre da non perdere nel resto della Sicilia

"Il Monumento di Erice. Un percorso artistico 1931-1993" - Centro Majorana (Erice)

Il Centro Majorana di Erice (Trapani), diretto dal fisico Antonino Zichichi, apre per la prima volta al pubblico gli spazi che dal 1963 ospitano ogni anno il dialogo sul futuro dell'Universo fra i più grandi scienziati della Terra e lo fa con quattro mostre ospitate negli Istituti Wigner-San Francesco e Blackett-San Domenico. Il progetto, coordinato dalla Fondazione Majorana, prende il via sabato 29 giugno, alle ore 19, con l’inaugurazione dell’esposizione “Il Monumento di Erice. Un percorso artistico 1931-1993” dedicata allo scultore Umberto Mastroianni, autore di un'opera commemorativa, nel 1993, in occasione dei trent'anni della fondazione e della contestuale visita di papa Giovanni Paolo II. “Fibonacci e il Numero Aureo. La forma generatrice”, "Storia del Centro Majorana” e "Stelle, Costellazioni e Oroscopi” sono le altre tre mostre curate da Zichichi, dove saranno esposti anche i capolavori di Igor Mitoraj e Pizzi Cannella. Le esposizioni sono aperte tutti i giorni, dalle 10 alle 19, fino al 3 novembre.

"Scoprici, Antonello da Messina" - Museo Mandralisca di Cefalù (PA)

È aperta da sabato 8 giugno la mostra "Scoprici, Antonello da Messina. Due ritratti per Cefalù", a cura del professor Giovanni Carlo Federico Villa. Per la prima volta a Cefalù, e fino al 26 novembre, un’opera non siciliana di Antonello da Messina sarà esposta nella Pinacoteca Mandralisca: il "Ritratto d’uomo" della collezione Mandralisca sarà in compagnia del "Ritratto d’uomo – Malaspina", della collezione dei Musei Civici di Pavia. La mostra è frutto di una collaborazione sinergica e feconda tra le Istituzioni, con un progetto nato a dicembre 2018 in occasione della mostra "Antonello da Messina" tenutasi al Palazzo Abatellis di Palermo.

"Costruire per gli dei. Il cantiere nel mondo classico" - Agrigento

Una mostra dal grande valore didattico e documentario ricostruisce i cantieri allestiti per edificare i grandi templi dorici della Valle dei Templi di Agrigento. Sono riproposte, in un itinerario che si addentra nella Valle, in scala 1:1, le principali macchine edili costruite nel tempo, con ingegnosi meccanismi di semplicità disarmante. Ripercorrendo le descrizioni delle fonti antiche, rivive così l'arte del costruire dell'antica Akragas, la "più bella città dei mortali", i cui abitanti secondo Empedocle "costruivano come se dovessero vivere in eterno e banchettavano come se dovessero morire all'indomani". La mostra "Costruire per gli dei. Il cantiere nel mondo classico", prodotta e organizzata da MondoMostre in collaborazione con il Polo Culturale di Agrigento e il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi e promossa dalla Regione Siciliana - Assessorato dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, è aperta al pubblico fino al 30 novembre.

Eventi per bambini a Palermo

"Il sorriso di Wangari" - Giardini Reali di Palazzo dei Normanni

Una ‘festa multiculturale’ pensata per i bambini, alla quale parteciperà anche la comunità del Ghana. Avrà luogo dalle 9.30 alle 12 di sabato 29 giugno, presso i Giardini Reali di Palazzo dei Normanni, “Il sorriso di Wangari”, un evento patrocinato dall’Assemblea Regionale Siciliana e dalla Fondazione Federico II. La festa rientra nel più ampio progetto “I bambini, tesoro dell’Umanità”, organizzato da Mete Onlus e Agius (Associazione dei giuristi siciliani).

"Piccoli Miracoli" - Comunità Evangelica ADI

Si svolgerà sabato 29 giugno, dalle 17.30 alle 20, il primo di 5 incontri organizzati dal gruppo dei volontari “Piccoli Miracoli” presso la Comunità Evangelica ADI, in via Savagnone 13. Sarà un pomeriggio all’insegna del divertimento, con giochi, laboratori creativi, spettacoli di burattini e drammatizzazione estemporanea con l’aiuto degli stessi spettatori.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"