Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

'Neet', Sicilia maglia nera UE: metà dei giovani tra i 25 e i 34 anni non studia né lavora

Foto di archivio (ANSA)
3' di lettura

Il 50% dei giovani siciliani non studia né lavora. Rispetto a loro fa meglio anche la Guyana francese, che si attesta al 49,2%. Nella provincia di Bolzano i Neet sono solo il 13,8%

Il 50% dei giovani siciliani tra i 25 e i 34 anni non studia, non lavora e non risulta impegnato in un percorso di formazione o di tirocinio: i dati dell'Eurostat, riferiti al 2017, danno la maglia nera per i 'neet' in questa fascia di età alla Sicilia, che pur migliorando rispetto al 2016 (era al 50,5%), ha un risultato peggiore anche della Guyana francese (che si attesta al 49,2%). La media UE è al 17,9%, quella in Italia è del 30,2%. 

Enorme divario Nord-Sud

La Sicilia è la regione con il dato peggiore, ma tutto il Sud mostra segni preoccupati per quanto riguarda l'impegno dei giovani in una fascia di età fondamentale per costruire il proprio percorso lavorativo. In Italia si registrano divari enormi, con la Lombardia al 17,7% e la provincia autonoma di Bolzano al 13,8%, e allo stesso tempo la Calabria al 49,3% (44,2% il Sud in generale).

Neet e reddito di cittadinanza

Il dato non è ininfluente ai fini del Reddito di cittadinanza, dato che compiuti i 26 anni, se non si vive nella stessa casa, non si è più a carico della famiglia di origine. "Il figlio maggiorenne non convivente con i genitori - si legge nel 'decretone' - fa parte del nucleo familiare dei genitori esclusivamente quando è di età inferiore a 26 anni, è nella condizione di essere a loro carico a fini IRPEF, non è coniugato e non ha figli".

Le percentuali

Più in generale, se si guarda a tutta la fascia dei giovani, ovvero a quella tra i 15 e i 34 anni i ragazzi "sul divano", non impegnati in percorsi di studio o di lavoro (ma probabilmente in alcuni casi occupati in nero) in Sicilia sono il 40,9% della corrispondente fascia di età (il 14,7% in UE, il 13,1% a Bolzano). E guardando ai giovanissimi (15-24 anni), che secondo le norme del reddito di cittadinanza sono inclusi nel nucleo famigliare di origine, i Neet nell'UE sono il 10,9% e il 20,1% in Italia, con percentuali che vanno dal 12,3% dell'Emilia Romagna al 30,9% della Sicilia. In Germania la percentuale dei Neet tra i 15 e i 24 anni è al 6,3%, mentre in Olanda è al 4%.

Percentuali su occupazione

La situazione non migliora di molto guardando alle percentuali sull'occupazione, con appena il 40,6% delle persone che risultano occupate in Sicilia tra i 15 e i 64 anni (67,6% l'UE). La percentuale crolla tra le donne, con appena il 29,2% impiegato tra i 15 e i 64 anni al lavoro. Tra i 20 e i 64 anni in Sicilia risulta al lavoro il 44% delle persone, contro il 72,1% nella media UE.

Data ultima modifica 02 febbraio 2019 ore 16:40

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"