Napoli, i carabinieri eseguoro misura cautelare per cinque persone

Campania
©IPA/Fotogramma

Le indagini hanno permesso di ricostruire il presunto coinvolgimento degli arrestati negli episodi delittuosi

Nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Dda, i carabinieri di Marano di Napoli hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip, nei confronti di cinque persone ritenute gravemente indiziate dei delitti di rapina e porto e detenzione abusivo di armi (solo per uno degli indagati) oltre che minaccia e violenza privata, tutti delitti aggravati dal metodo mafioso.

La vicenda

I fatti risalgono al giugno scorso quando secondo le indagini la vittima è stata in più riprese aggredita in quanto si trovava nel comune di Melito, suo luogo di origine, dal quale si era allontanata alcuni anni fa perché legata a un esponente del clan, a sua volta allontanatosi dal territorio in seguito a contrasti interni insorti nell'ambito clan Amato-Pagano. Le indagini hanno permesso di ricostruire il presunto coinvolgimento degli arrestati negli episodi delittuosi, culminati nella sottrazione violenta dell'auto, evidentemente finalizzati a riaffermare la forza di intimidazione ed il controllo del territorio da parte del clan Amato-Pagano, storicamente egemone, tra gli altri, nel comune di Melito di Napoli.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24