Napoli, Guardia di Finanza tassa proventi dell'usura: recuperati 400mila euro

Campania

Secondo gli investigatori la tassazione dei proventi illeciti è uno strumento di prevenzione e repressione utilissimo dell'usura, fenomeno che negli ultimi tempi sta facendo registrare un incremento di casi

Con l'obiettivo di imporre ai criminali lo stesso trattamento tributario riservato ai contribuenti onesti, militari della Guardia di finanza di Napoli si sono presentati con una cartella esattoriale a casa 17 usurai che avevano accumulato proventi illeciti per circa 1 milione e mezzo di euro. In questo modo i finanzieri di Torre Annunziata (Napoli) sono riusciti a recuperare a tassazione, complessivamente, quasi 400mila euro. L'operazione è nata a seguito di un'indagine scattata dopo una 'gambizzazione', durante la quale sono emerse minacce, vessazioni e violenze, anche con a mano armata, messe a segno dai 17 soggetti. 

Secondo gli investigatori la tassazione dei proventi illeciti è uno strumento di prevenzione e repressione utilissimo dell'usura, fenomeno che negli ultimi tempi sta facendo registrare un incremento di casi.

I destinatari del provvedimento

Si tratta di persone che facevano affari illeciti tra l'area vesuviana, oplontina e stabiese, già destinatari di misure cautelari e di sequestri (per un valore di oltre 2 milioni e 400 mila euro). Alcuni risultano legati alla criminalità organizzata, altri sono parenti di narcotrafficanti di spessore internazionale; altri ancora risultano essere imprenditori e professionisti che avevano costituito una vera e propria 'cassaforte' in Svizzera, i cui fondi servivano per alimentare i prestiti usurari. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24