Napoli, scoperta 50enne che prendeva pensione della zia morta nel 2013

Campania

I militari della guardia di finanza hanno notificato alla donna un decreto di sequestro fino a 50mila euro, pari a quanto avrebbe percepito indebitamente

Per quattro anni è riuscita a intascare la pensione e l’indennità di invalidità della zia, morta nel 2013, con cui abitava: per questo a una donna di 50 anni è stato notificato dai militari della guardia di finanza di Torre Annunziata (Napoli) un decreto di sequestro, emesso dal Tribunale su richiesta della procura. La 50enne, residente a Santa Maria la Carità (Napoli), avrebbe ritirato per tutti questi anni la "reversibilità" e l'indennità di invalidità civile che l'Inps accreditava sul conto corrente intestato a lei e alla zia deceduta. Il provvedimento di sequestro fino a 50mila euro, pari a quanto la donna avrebbe percepito indebitamente, riguarda una parte dell'appartamento del quale ha 50enne la disponibilità.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.